VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI RIVA DEL GARDA * ” NESSUN POMPIERE INTOSSICATO NELL’INCENDIO DELLA GALLERIA AGNESE IN VAL DI LEDRO “

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

 

 

A seguito di una immagine apparsa oggi sulla stampa locale dove vengono raffigurati due vigili del fuoco del corpo di Riva del Garda mentre, al pronto soccorso dell’ospedale di Arco, vengono sottoposti alla somministrazione di ossigeno con mascherina in quanto, a detta del giornale, intossicati dal fumo.

Occorre precisare che:

I vigili del fuoco che hanno operato nel grosso intervento di incendio ed incidente all’interno della galleria “Dom” erano tutti dotati di autoprotettore per le vie respiratorie. L’autoprotettore non è altro che una bombola montata su un bastino (una sorta di zaino) contenente aria respirabile che viene erogata all’utilizzatore (in questo caso il vigile del fuoco) per il tramite di una maschera che racchiude occhi, naso e bocca.

Sembra quindi superfluo dire che in questo modo non si entra in contatto con l’aria esterna.

Pur confermando che due vigili sono stati accompagnati al pronto soccorso dell’ospedale di Arco per controlli post intervento, si deve precisare che il “rischio zero” è impossibile da raggiungere.

Per questo motivo i due vigili sono stati sottoposti ad un check-up post intervento per verificarne lo stato di salute dopo questo importante intervento.

Si chiede di pubblicare la presente smentita dando lo stesso risalto che è stato dato alla notizia sbagliata della intossicazione.

In allegato due immagini (gia inviate ieri) dove si notano i vigili del fuoco dotati di autoprotettore.