UPT – TONINA * “APPROVATO ALL’UNANIMITÀ DAL CONSIGLIO PROVINCIALE ODG DEDICATO AL CENTRO UNICO DI EMERGENZA TRENTINO”

Appena presentato ed approvato all’unanimità dal Consiglio provinciale un ordine del giorno del consigliere UpT Mario Tonina dedicato al Centro Unico di Emergenza trentino.

In particolare l’odg Tonina – condiviso coi colleghi De Godenz e Passamani – impegna la Giunta provinciale a promuovere il rafforzamento della dotazione di personale messa a disposizione del servizio Centrale Unica di Emergenza che consenta il consolidamento di un modello organizzativo capace di rispondere alla funzione primaria del Centro Unico di risposta Nue 112 in qualsiasi condizione operativa, promuovere ulteriori iniziative di formazione e di informazione mirate, anche nelle scuole, per sviluppare la collaborazione interforze, l’approfondimento e la condivisione dei meccanismi e dei protocolli di allertamento, per favorire un utilizzo responsabile dei servizi di soccorso da parte dei cittadini.

E ancora, a supportare adeguatamente lo sviluppo del servizio anche sul versante delle risorse tecnologiche ed infrastrutturali per garantire qualità ed efficienza delle prestazioni anche attraverso la messa a disposizione di tecnici con responsabilità in ordine alle esigenza di non interruzione delle funzioni di ricezione delle chiamate e comunicazione degli allertamenti. Infine, a realizzare gli interventi di cui ai punti precedenti utilizzando gli stanziamenti presenti sulle corrispondenti missioni di bilancio.

 

Sotto si riporta copia integrale dell’odg Tonina

PROPOSTA DI ORDINE DEL GIORNO n.64

ai disegni di legge nn

ddl n. 222/XV “Legge collegata alla manovra di bilancio provinciale 2018”; ddl n. 223/XV “Legge di stabilità provinciale 2018”; ddl n. 224/XV “Bilancio di previsione della Provincia autonoma di Trento per gli esercizi finanziari 2018-2020”

Promozione dell’attività svolta dalla Centrale Unica di Emergenza

Il Servizio Centrale Unica di Emergenza è la struttura organizzativa del Dipartimento del Servizio di Protezione Civile della Provincia Autonoma di Trento, istituito ai sensi dell’art. 23 della LP 01/07/2011, n° 9 con il compito di garantire il servizio continuato di ricezione degli allarmi e delle richieste del soccorso tecnico e sanitario urgenti, canalizzati sul numero unico 112 in attuazione di una direttiva europea, provvedendo all’allertamento delle competenti centrali operative di secondo livello al fine di un sollecito ed appropriato intervento di soccorso.

In Trentino, il nuovo servizio costituito da un centro unico di risposta che risponde al Numero Unico Europeo di emergenza 112, dove vengono convogliate tutte le chiamate dei cittadini, ha preso avvio il 06 giugno scorso; il giudizio complessivo è sicuramente positivo, ma richiede ancora attenzioni affinché il servizio possa consolidarsi e migliorare le sue performance.

Il servizio garantisce dei vantaggi concreti per il cittadino quali la riduzione dei tempi di attesa, la localizzazione della persona che chiede soccorso e l’accesso ad utenti diversamente abili grazie all’APP “Where are U”, che consente la localizzazione puntuale delle chiamate grazie al Gps presente su tutti gli smartphone e il servizio multilingue che garantisce un prezioso servizio di supporto, in caso di necessità, alla chiamata di emergenza, attraverso la traduzione simultanea in 14 lingue differenti.

Tenuto conto della delicatezza di questa funzione nell’ambito dei servizi pubblici essenziali, si ritiene indispensabile supportare adeguatamente l’implementazione dell’attività con adeguate risorse di personale, di formazione e informazione nelle scuole anche in collaborazione con il dipartimento della conoscenza, nonché di tecnologia, al fine di garantire il consolidarsi di una organizzazione che raggiunga un livello di maturità e di sicurezza ottimale ad affrontare qualsiasi situazione.

 

*

Tutto ciò premesso,

visto, in particolare, l’art. 10 del ddl 222/XV, modificativo della l.p. n. 5 del 2006 riguardante la scuola e l’art. 11 del ddl 222/XV, modificativo della l.p. n. 16 del 2010 riguardante la tutela della salute,

 

IL CONSIGLIO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

impegna la Giunta provinciale

a promuovere il rafforzamento della dotazione di personale messa a disposizione del servizio Centrale Unica di Emergenza che consenta il consolidamento di un modello organizzativo capace di rispondere alla funzione primaria del Centro Unico di risposta NUE 112 in qualsiasi condizione operativa;
a promuovere ulteriori iniziative di formazione e di informazione mirate, anche nelle scuole, per sviluppare la collaborazione interforze, l’approfondimento e la condivisione dei meccanismi e dei protocolli di allertamento, per favorire un utilizzo responsabile dei servizi di soccorso da parte dei cittadini;
a supportare adeguatamente lo sviluppo del servizio anche sul versante delle risorse tecnologiche ed infrastrutturali per garantire qualità ed efficienza delle prestazioni anche attraverso la messa a disposizione di tecnici con responsabilità in ordine alle esigenza di non interruzione delle funzioni di ricezione delle chiamate e comunicazione degli allertamenti;
a realizzare gli interventi di cui ai punti precedenti utilizzando gli stanziamenti di bilancio sulle corrispondenti missioni di bilancio.

 

Il Consigliere provinciale

Mario Tonina

 

Il Consigliere provinciale

Gianpiero Passamani

 

Il Consigliere provinciale

Pietro De Godenz