UPT CONSIGLIO PROVINCIALE * TRE QUESTION TIME: ISTITUTO MARIE CURIE LEVICO, OSPEDALE DI FIEMME FASSA E CEMBRA, ORTOPEDIA OSPEDALE DI TIONE

Le Question Time dei consiglieri Unione per il Trentino per il prossimo Consiglio provinciale.

 

*

Cons. Gianpiero Passamani : interventi a favore della sede di Levico dell’ istituto Marie Curie

L’istituto di istruzione «Marie Curie», con sede a Pergine Valsugana e Levico Terme, rappresenta da anni il principale polo scolastico dell’Alta Valsugana.

Nei trent’anni di attività ha ampliato di anno in anno la qualità dell’istruzione, il ventaglio di indirizzi, le proposte didattiche, diventando polo di attrazione e incrementando le iscrizioni sia nel settore liceale sia nel campo dell’istruzione tecnica.

Il Curie è diventato un punto fermo della locale realtà socio-culturale, con progetti di educazione permanente e stretti collegamenti con il tessuto economico della zona.

La sede di Levico Terme, ospitata nella palazzina ex ApT, offre i corsi del biennio comune dell’Istituto Tecnico Economico e il triennio dell’indirizzo Turismo, per un totale di otto classi, ponendosi come vertice di un polo scolastico, quello dei Levico, importante e frequentato.

Visto e considerato quanto premesso, si chiede alla Giunta Provinciale, date le non ottimali condizioni logistiche e di spazi della sede di Levico in Viale Vittorio Emanuele 5, se siano previsti in un prossimo futuro la sistemazione dell’attuale struttura o lo spostamento della sede di Levico del Curie in altra sede, sempre nella località termale.

 

 

*

Cons. Pietro De Godenz: accelerare assunzione di nuovi Ginecologi presso l’ospedale di Fiemme, Fassa e Cembra

L’ospedale di Fiemme, Fassa e Cembra e le questioni riferite al mantenimento dei servizi e alla riapertura del Punto nascite continuano giustamente ad essere seguiti con estrema attenzione. Vanno certamente riconosciuti gli sforzi compiuti dall’assessorato alla Salute provinciale e dall’ Apss, coadiuvati dagli amministratori provinciali e locali, dal personale stesso dell’ospedale e da numerosi rappresentanti delle associazioni e dei cittadini. In tale processo una vera opportunità oltre che una necessita è quella di riaprire il reparto di Pediatria h24 – 7/7, decisione che tra l’altro non dipende da Roma.

Si sono inoltre conclusi i concorsi che – per quanto riguarda il reparto di Ginecologia – vedrebbero attualmente disponibili 4 professionisti, 3 derivanti proprio dal concorso, 1 da procedura di mobilità, a trasferirsi a Cavalese. Pertanto, si interroga la Giunta per sapere se siano già stati contattati tutti e 4 i sopracitati professionisti al fine della loro assunzione presso l’ospedale di Fiemme, Fassa e Cembra.

 

 

*

Cons. Mario Tonina: Trasferimento dell’U.O. di Ortopedia all’interno dell’ospedale di Tione

Il 26 aprile 2016 è stato sottoscritto dal Presidente della Comunità delle Giudicarie, in condivisione con i Sindaci di quel territorio e dall’ass. alla salute, il “Protocollo di intesa in materia di sanità” per il rilancio dell’ospedale di Tione. Tra le priorità e anche al fine di adeguare nell’ospedale di Tione la capacità di presa in carico dei bisogni di salute della popolazione di riferimento, si evidenziava la necessità di rinforzare le capacità di risposta alla domanda di prestazioni a maggiore impatto e frequenza.

In particolare veniva sottolineata la necessità di dare risposte alla domanda connessa alle patologia di carattere traumatologico, vista la collocazione della struttura in un territorio a spiccata vocazione turistica legata agli sport invernali.

Proprio per questo era stato condiviso il potenziamento dell’U.O. di Ortopedia e traumatologia, previsto il completamento della dotazione strumentale a supporto di tale attività oltre al trasferimento del reparto nell’area ristrutturata recentemente. Si apprende che è stata data attuazione a tutto ciò che era stato richiesto con il Protocollo ad eccezione del trasferimento del reparto, prevista per settembre 2016.

Ciò premesso, vista anche l’elevata incidenza di ricorsi alla struttura ospedaliera di Tione legati ad incidenti in montagna e in particolare all’U.O. di Ortopedia e traumatologia, si chiede all’assessore competente per quali ragioni non sia ancora avvenuto il trasferimento dell’U.O. di Ortopedia all’interno della struttura ospedaliera, se e quando avverrà il trasferimento.