UNIPLACES * AFFITTO DIGITALE: IL 40% TEME QUESTIONI FISCALI E BUROCRATICHE, UN PROPRIETARIO SU 2 PREFERISCE GLI STUDENTI AI TURISTI

Uniplaces, piattaforma digitale leader nell’offerta di affitti per studenti, con oltre 50.000 annunci attivi online, presenta i risultati di un’indagine condotta sui proprietari d’appartamento, il loro rapporto con gli inquilini, la gestione del prezzo e le loro motivazioni per affittare la proprietà.

 

-40% prima di affittare, ha il terrore di questioni legali/fiscali/burocratiche
-46% preferirebbe affittare solo a studenti
-70% possiede un solo appartamento
-60% affitta da meno di due anni (probabilmente incentivato da opportunità digitali)
-90% gestisce la proprietà in prima persona
-75% non ha acquistato la proprietà per affittarla

 

I timori di chi affitta
La principale preoccupazione prima di mettere in affitto la proprietà è l’impossibilità di trovare inquilini, problema nei fatti smentito, in quanto per 3 su 4 è stato poi facile trovare inquilini. Seguono i dubbi di carattere legale e fiscale, che se sommati alle preoccupazioni sulle procedure, riguardano il 40% dei partecipanti al sondaggio. Mentre oltre 26% teme di aver problemi con gli inquilini.

Problemi con gli inquilini
Nonostante la maggioranza degli intervistati non abbia mai riscontrato problemi con gli inquilini, la principale causa di problemi è dovuta a danni alla proprietà, seguita dai ritardi nei pagamenti e dai reclami dei vicini. In quanto al tipo di ‘brutta’ esperienza, quasi il 10% di chi affitta si è ritrovato la casa distrutta e circa la stessa quota ha smesso di pagare.

Meglio studenti o turisti?
Mentre le categorie famiglia o lavoratori non sono praticamente state prese in considerazione, oltre il 46% di chi affitta preferirebbe studenti e una pari percentuale gradirebbe affittare sia a turisti che a studenti. Soltanto un 6% ha risposto soltanto a turisti. Tra le motivazioni di queste scelte la ‘minor rotazione’ e la ‘breve durata’ del contratto, risposte che dimostrano una propensione a preferire una maggiore disponibilità dell’appartamento.

Costi al cambio d’inquilino
Poco meno del 40% di chi affitta spende un massimo di 50 euro tra pulizia, consegna delle chiavi ed eventuale bucato. Oltre il 30% sborsa tra 50 e 100 euro, mentre appena il 15% va oltre i 150 euro.

La gestione della proprietà
Il 30% dei proprietari incontra i propri inquilini almeno una volta al mese, poco più del 18% li vede soltanto al momento della consegna delle chiavi. Rispetto a chi gestisce l’appartamento, oltre il 90% lo fa in prima persona e meno del 6% delega il lavoro a figli o nipoti.

“La maggioranza dei proprietari preferisce gli studenti come inquilini, indice di un mercato in piena evoluzione digitale, rivolto a una platea di proprietari che in gran parte dispone di una o due proprietà in affitto, spesso gestite in prima persona”, è il commento di Claudio Francese, General Manager di Uniplaces Italia. “Una prospettiva d’introito considerata più sicura e gestibile, nonostante le ritrosie iniziali dovute a preoccupazioni di carattere fiscale o burocratico”.

Quante proprietà in affitto?
Riguardo al numero di proprietà a disposizione, circa il 70% di chi affitta possiede possiede soltanto un appartamento, mentre chi ne possiede almeno due è appena il 16%. Percentuale che oltre i 3 appartamenti scende sotto il 5%.

Da quanto tempo in affitto?
Altro dato che emerge è il fatto che oltre il 30% dei proprietari affitta il proprio appartamento da appena un anno, mentre un altro 30% lo fa da non più di due anni. Dati che confermano la considerevole crescita delle proprietà a disposizione sul portale negli ultimi due anni. Coloro i quali affittano da oltre 5 anni raggiungono quota 18%.

Quanti anni ha la proprietà?
Circa il 38% delle proprietà ha oltre 40 anni, mentre il 15% degli appartamenti ha tra i 30 e i 40 anni. Le proprietà più recenti ovvero con meno di 5 anni sono circa il 19%.

Perché in affitto?
Oltre il 75% dei proprietari non ha acquistato l’appartamento per darlo in affitto, di cui circa il 33% l’ha ereditato e il 42% l’ha comprato originariamente per uso personale. Il 16% ha acquistato una proprietà considerando l’affitto un’attività redditizia, mentre l’8% lo ha fatto in quanto investimento di lungo termine. Inoltre, alla domanda “perché affitta la sua proprietà a studenti?”, la maggioranza apprezza i periodi brevi d’affitto per poter disporre della proprietà in modo più libero. Al secondo posto la puntualità nei pagamenti, seguita da una maggiore richiesta d’affitto nel mercato studentesco. In coerenza con tali risposte è emerso inoltre che il 45% dei proprietari preferisce contratti della durata di 6 mesi.

Gestione del prezzo
Circa il 40% non lo cambia mai nell’arco dell’anno, il 29% lo fa almeno una volta, mentre il 18% cambia il prezzo in base al tipo di camera a disposizione. Si tratta, infatti, di un elemento che non risulta essere determinante riguardo alla capacità di attrarre inquilini: il 75% dei proprietari non ha mai dovuto modificare il prezzo dell’affitto per rendere la proprietà più interessante e ha sempre avuto facilità nel trovare inquilini. Ad ogni modo la maggior parte lo ha modificato al cambio degli inquilini.