UNIONE ATEI E AGNOSTICI – UAAR TRENTINO * DOMENICA 14/1 DIALOGO TRA BERTRAND RUSSELL E CASSIOPEA ALLO “SPAZIO OFF” A TRENTO

L’Uaar Trentino presenta lo spettacolo teatrale “dialogo tra Bertrand Russell e Cassiopea” che verrà organizzato domenica 14 gennaio alle ore 18.30, presso la sede di “Spazio Off “, a Trento in via Venezia 5.

A seguire la giornalista Rai Elisa Dossi stimolerà il noto filosofo matematico Giulio Giorello, sul pensiero di Bertrand Russell.

Bertrand Russell, filosofo, matematico, attivista, pacifista, giunge agli ultimi istanti della sua vita. Novantotto anni pieni di lotte, di fallimenti, di amori, coronati dal premio Nobel per Letteratura.

In quel breve momento fra gli ultimi pensieri della vita e l’affacciarsi della morte, si appresta a percorrere il suo ultimo frammento di tempo; alcune leggende raccontano di come, in prossimità della morte, la vita ci scorra davanti per l’ultima volta.

Russell, abito elegante, sguardo stupito, fragile e potente, sale su una zolla di terra e inizia il suo ultimo viaggio alla ricerca del mistero della vita.

Seduto su un masso, Russell ci racconta la sua vita, rivivendo una a una le sue grandi passioni: le sue donne e le sue lotte, in un continuo equilibrio tra estasi e sconfitte.

L’uguaglianza di genere, l’opposizione alla guerra, la prigione, i viaggi, l’educazione, l’incontro con Einstein, l’amore libero, i diritti delle minoranze.

Russell è in prima linea ovunque scorga ignoranza, discriminazione e prepotenza, per lui i veri ostacoli verso la conquista della felicità.

 

*

L’Uaar del Trentino ( unione atei e agnostici ) si impegna:

-) Per l’abolizione dell’obiezione di coscienza prevista nei reparti di ginecologia degli ospedali pubblici Trentini dove la stessa crea problemi nella applicazione della legge 194.
-) L’abolizione del finanziamento pubblico alle scuole private: è noto il caso della prof. lesbica licenziata dall’istituto S.Cuore , il quale riceve ad oggi corposi finanziamenti pubblici.
-) L’abolizione dell’insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche da insegnanti scelti dal vescovo e pagati dai cittadini Trentini.
-) La rimozione della spesa , a carico della provincia di Trento, per l’assistenza spirituale nei presidi ospedalieri pubblici Trentini, dove i preti sono pagati più di un infermiere diplomato.

Su questi temi, come molti altri importanti ,noi laici non credenti saremo al fianco di chi, nelle istituzioni, vorrà farsene carico.

 

*
Giacomini Alessandro

Uaar Trentino