UNHCR – AGENZIA ONU PER I RIFUGIATI * “RACCOMANDAZIONI PER IL SEMESTRE BULGARO ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO EUROPEO IN UN MOMENTO CRITICO PER LE RIFORME SULL’ASILO NELL’UNIONE EUROPEA”

Raccomandazioni dell’Unhcr per il semestre bulgaro alla Presidenza del Consiglio Europeo, in un momento critico per le riforme sull’asilo nell’Unione Europea

L’Unhcr, l’Agenzia Onu per i Rifugiati, ha pubblicato quest’oggi una serie di raccomandazioni per il semestre bulgaro di Presidenza del Consiglio dell’Unione Europea.

“È un momento critico. Serve una Presidenza forte che favorisca un sistema di asilo ben gestito in UE, che includa una maggior solidarietà tra gli Stati Membri”, ha dichiarato Pascale Moreau, Direttrice del Bureau for Europe dell’Unhcr.

Nel documento, l’Unhcr individua due priorità che richiedono urgente attenzione: migliorare la valutazione delle necessità di protezione nell’Unione Europea e incoraggiare una maggiore solidarietà e condivisione delle responsabilità tra gli Stati Membri dell’Ue.

L’Unhcr auspica che la Presidenza si focalizzi su procedure più rapide ed efficienti di valutazione delle domande di protezione dei richiedenti asilo e chiede che la riforma del sistema di Dublino includa un meccanismo di solidarietà intra-Ue attraverso un sistema di ricollocamento dei richiedenti asilo che possa essere attivato in modo semplice, rapido e quando necessario. Perché un tale sistema funzioni, è necessario che sia garantita una totale partecipazione degli Stati.

“Un sistema di asilo europeo robusto, che garantisca l’accesso allo spazio di protezione in Unione Europea, efficienti procedure di asilo e che sia in grado di distribuire equamente le responsabilità nei confronti dei richiedenti asilo tra gli Stati Membri dell’Ue, anche in circostanze eccezionali, è l’unica soluzione a lungo termine per tutti gli Stati interessati e per i rifugiati”, ha aggiunto la Moreau.
4

Le raccomandazioni evidenziano, inoltre, il ruolo svolto dall’Unione Europea e dagli Stati Membri a livello globale, considerati gli appelli per incrementare le vie sicure e legali per l’accesso dei rifugiati in Europa e il forte sostegno all’adozione del Global Compact per i Rifugiati nel 2018.

Nelle raccomandazioni dell’Unhcr si sottolinea inoltre il bisogno di prevedere piani d’emergenza per rispondere in maniera più efficace ai cambiamenti negli arrivi e affinché i sistemi possano meglio assicurare protezione ai bambini rifugiati. Si evidenzia, inoltre, la necessità di investire maggiormente nell’integrazione dei rifugiati in Europa.

L’Unhcr rimane a disposizione per fornire il suo sostegno all’Unione Europea e ai suoi Stati Membri affinché possano assolvere gli impegni presi nella Dichiarazione di New York del 2016 e riformare il Sistema Comune di Asilo Europeo.