QUALI STRATEGIE ITAS PER IL 2020?

Intervista a Raffaele Agrusti, amministratore delegato e Direttore generale

 

Tagli “ accoglienza trentina” e nessuna garanzia entrate bilancio Pat 2019. La Uil preoccupata per la visione della politica fiscale della Giunta Fugatti.

Anche la Uil del Trentino è allarmata riguardo alla delibera della Giunta Fugatti sui tagli al “sistema trentino dell’accoglienza” ed aderisce all’iniziativa di protesta del 27/12 alle ore 10 in Piazza Dante sotto il Palazzo Pat. Delibera che mette a rischio tanti posti di lavoro negli enti e cooperative coinvolte nell’integrazione dei migranti e dei richiedenti asilo e che, per contraddizione di termini, mina la sicurezza del territorio e dei trentini, per il venir meno della minima assistenza e controllo sociale di chi viene lasciato “allo sbaraglio”, per le vie della città e nelle nostre valli, alla ricerca di mezzi per il minimo sostentamento di sopravvivenza o anche solo per lasciare la nostra terra.

Lascia anche sbigottiti e perplessi l’assoluta mancanza di interlocuzione con le organizzazioni sindacali delle categorie dei lavoratori che saranno espulsi dal circuito lavorativo o che subiranno una riduzione agli organici delle cooperative sociali, del terziario e dei servizi pubblici interessati al fenomeno migratorio.

Preoccupa la Uil del Trentino anche la mancata approvazione dell’emendamento “salva bilancio Pat” nella Legge Finanziaria appena approvata dal Senato della Repubblica, che rischia appesantire di almeno 70 milioni le entrate del bilancio 2019 della Provincia Autonoma di Trento. E ancor di più allarma il sindacato la sottovalutazione del Presidente Fugatti circa l’applicazione della flat tax e della riduzione delle imposte alle partite iva, vista come un’equa misura, sottacendo al fatto che, di contro, non saranno adeguate le pensioni appena sopra i 1.500 euro, né sono previsti sgravi fiscali per il lavoro dipendente, che anche in Trentino rappresenta più del 90% del gettito fiscale certo e su cui si fa conto per le politiche di bilancio della nostra autonomia.

In ultimo, ma non per ultimo, la Uil chiede, non appena superata la pausa festiva, e magari a Legge di Bilancio approvata anche dalla Camera dei Deputati, un incontro con il Presidente Fugatti per avere il quadro della proposta di politica fiscale locale 2019 (addizionale Irpef, sgravi Irap e Imis) che la Giunta vuole portare avanti, a favore pare di capire, solo delle categorie imprenditoriali e dei lavoratori autonomi, utilizzando peraltro le risorse certe e assai più rilevanti del gettito fiscale anche trentino, prodotto da lavoratori dipendenti e pensionati. E su questo, a livello locale, come a quello nazionale, sull’equità fiscale ed il lavoro, insieme agli altri sindacati confederali, la Uil è pronta a dare battaglia.

 

 

*

Walter Alotti

Segretario generale Uil del Trentino