UIL TRENTINO * “PIÙ CHIAREZZA E TRASPARENZA PAT SU EMERGENZA 100 ALLOGGI PRIVATI PER CHIEDENTI ASILO”

100 alloggi per “la seconda accoglienza” dei chiedenti asilo! La Uil chiede a Cinformi e Provincia più chiarezza e informazione ai trentini sul numero, i requisiti e le localizzazioni degli alloggi necessari all’emergenza profughi.

La Uil chiede a Cinformi ed all’Assessore Zeni maggior informazione e dettagli circa il numero, i requisiti, la localizzazione degli alloggi necessari a far fronte alla fase di “seconda accoglienza” dei chiedenti asilo in Trentino, oltre alla indicazione di riferimento generale riguardo al corrispettivo economico previsto per chi rende disponibili appartamenti a tale scopo.

Risulta infatti al Sindacato che a diversi privati, che avrebbero messo a disposizione abitazioni fuori capoluogo, gli uffici abbiano respinto l’offerta per tutta una serie di motivi (ampiezza, nr ospiti, localizzazione….) non pubblicizzati in modo trasparente e pubblico.

Si chiede anche quali siano le misure previste nei confronti dei Municipi periferici che, senza motivate ragioni, non hanno aderito all’iniziativa provinciale di programmazione e distribuzione dei chiedenti asilo sul territorio provinciale, lasciando agli altri Comuni l’onere civile e la responsabilità politica di accoglierli ed inserirli nel tessuto sociale locale.

 

*

Walter Alotti
Segretario Generale
Uil del Trentino