UIL TRENTINO – ALOTTI * CIG: “IN TRENTINO METTENDO A CONFRONTO I DATI OTTOBRE 2017-NOVEMBRE 2017 REGISTRIAMO UNA RIDUZIONE DI QUASI IL 30% “

L’andamento generale della Cig è sostanzialmente è positivo, cioè diminuisce l’utilizzo di questo importante ammortizzatore sociale, sia a livello nazionale che provinciale.

In Trentino registriamo una riduzione di quasi il 30% mettendo a confronto i dati ottobre 2017 / novembre 2017, mentre è solo del -3,4% il decremento della Cig raffrontando il periodo gennaio/novembre 2017 con lo stesso periodo 2016.

Si evidenzia che il mantenimento di uno “zoccolo” stabile di Cig in Trentino riguarda quella Straordinaria (ristrutturazioni-crisi aziendali) in particolare ed il comparto del commercio nello specifico (vicenda Sai).

Segnaliamo che comunque diventa essenziale, nel 2018, un processo di revisione proprio delle regole della Cassa Straordinaria, il cui attuale utilizzo da parte delle aziende risulta particolarmente difficile per la complessità, il costo e la durata delle nuove procedure in essere.

Sempre più aziende rinunciano alll’utilizzo dell’ammortizzatore stesso, facendo venire meno la protezione dei posti di lavoro dei lavoratori ( ben 177.000 nel 2017), incrementando purtroppo l’ingresso degli stessi in disoccupazione, istituto a carico del pubblico e non delle aziende.