UIL FPL ENTI LOCALI * COOPERATIVE SOCIALE: « RIENTRATO IL CAOS FEDERAZIONE, ADESSO ATTIVARE SUBITO I TAVOLI CONTRATTUALI »

Cooperative Sociale: rientrato il caos Federazione, adesso attivare subito i tavoli contrattuali! Il 2019 doveva essere un anno di svolta per il Sociale trentino, con l’operatività dell’accreditamento e del nuovo meccanismo degli appalti, la partenza di “spazio Argento”, la chiusura del contratto collettivo nazionale e la riapertura dell’integrativo provinciale.

Questi ultimi mesi però, complici anche i cambiamenti istituzionali del Governo provinciale e quello della Federazione cooperative, si è assistito ad un assordante silenzio sul futuro del sociale trentino, come se le istituzioni fossero più impegnate in una coda di campagna elettorale più che a trovare una risposta concreta alle esigenze del territorio.
Ma al di là degli assetti istituzionali e delle posizioni politiche di Giunta e Federazione, quello che preoccupa la UIL FPL è, ovviamente, la situazione dei dipendenti delle Cooperative Sociali, da quelli occupati nell’assistenza domiciliare, al settore educativo, all’assistenza ai migranti.

Questi lavoratori e queste lavoratrici sono schiacciati all’interno delle prese di posizioni politiche, in nome della discontinuità con i “governi precedenti”, e di un nuovo modo di pensare al settore sociale che ancora nessuno ha esplicitato. Nessuno però si è minimamente preoccupato degli occupati nel settore (circa 2.500) e del loro futuro nei servizi del territorio e il timore di essere una “zavorra” da azzerare come sta succedendo per i dipendenti delle cooperative che si occupano di migranti.

L’idea poi che le attività del sociale possano essere affidate a cittadini volenterosi anziché a formati professionisti mette in crisi un sistema che tanto ha fatto per valorizzare i servizi sociali e sostenerli anche in un momento storico in cui il risparmio sembra l’unica ragione d’essere di tutti i servizi al cittadino.

Il caos della Federazione cooperative che sembra rientrato in questi ultimi giorni, ha fanno emergere prepotentemente la necessità di rivedere un sistema di rappresentanza, che per quanto scalcagnato, in questi anni ha tenuto insieme una rete di realtà con comuni esigenze, facendo sintesi di posizioni molto diverse ma importanti sul territori.
La UIL FPL chiede con forza che siano aperti immediatamente i tavoli contrattuali per il rinnovo dell’integrativo provinciale delle Cooperative sociali, ma anche quello riferito al delicato mondo dell’accoglienza che, mai come oggi, ha bisogno di un supporto trasversale della politica, della Organizzazioni sindacali e dell’Ente di rappresentanza delle parti datoriali.

 

*
La Segretaria Prov. le UIL FPL Enti Locali