UDICOM * MEDICI: “SACROSANTO IL DIRITTO DI SCIOPERARE, MA LE VISITE NON POSSONO SLITTARE DI MESI”

“Non ci permettiamo di toccare il sacrosanto diritto di sciopero che ogni lavoratore deve poter sfruttare, ma da questa situazione non è possibile che ne derivi un danno gigantesco per i cittadini – scrive in una nota il Presidente Nazionale U.Di.Con. Denis Nesci – le visite previste per il giorno di sciopero devono slittare di un giorno non di mesi”.

La giornata di oggi verrà ricordata come un importante svolta dei medici contro l’insufficienza del finanziamento previsto per il Fondo sanitario nazionale 2018 e non solo. Quello che preoccupa i cittadini però è lo slittare delle visite, alcune importanti e che verranno a quanto pare, rinviate di diversi mesi.

“Abbiamo ascoltato la voce di diversi utenti che ci hanno raccontato di visite posticipate nella giornata di oggi e che le future prenotazioni sarebbero rintracciabili a distanza di mesi – conclude Nesci – scioperare contro i tagli per la sanità ci vede schierati dalla parte dei medici, ma bisogna trovare con rapidità una soluzione per chi ha urgenza di avere degli accertamenti.

In particolare, emblematico il caso di una paziente che ci ha segnalato di aver subito la cancellazione di una visita medica prevista per oggi all’ospedale Forlanini e che le è stata proposta una nuova visita per il mese di giugno”