TRENTINO SVILUPPO * ‘ YOUNG LEADERS ‘: ” HANNO MENO DI 40 ANNI E IL CONSIGLIO ITALIA-USA LI HA INVITATI A SCOPRIRE IL SISTEMA DELL’INNOVAZIONE E DELLA RICERCA AL POLO TECNOLOGICO DI ROVERETO”

Oltre 50 “young leaders” dal mondo si sono dati appuntamento in Trentino Sviluppo. Hanno meno di 40 anni e il Consiglio Italia-Usa li ha invitati a scoprire il sistema Trentino dell’innovazione e della ricerca, con particolare focus sui poli Meccatronica e Manifattura.

 

Sono scienziati, giornalisti, finanzieri e imprenditori. Hanno meno di 40 anni, vengono da tutto il mondo e nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 28 settembre, si sono dati appuntamento in Polo Meccatronica a Rovereto nell’ambito della trentaquattresima conferenza “Young Leaders”, organizzata dal Consiglio per le relazioni Italia-Stati Uniti, fondato negli anni ottanta dalle famiglie Agnelli e Rockfeller per rinsaldare gli scambi culturali e commerciali tra i due Paesi.

In occasione della conferenza, intitolata “Sviluppo e identità”, i giovani leader hanno incontrato diversi rappresentanti del sistema Trentino dell’impresa, della formazione e della ricerca, tra cui Trentino Sviluppo, Fondazione Bruno Kessler, Provincia e Università di Trento. La visita nella Città della Quercia si è conclusa con una tappa a Cosbi, il centro ricerche del gruppo Microsoft ospitato in Progetto Manifattura.

Vengono dall’Italia, ma anche dalla Cina, dalla Colombia, dal Giappone, dalla Germania, dal Medioriente, dalla Russia e dagli Stati Uniti i cinquanta giovani leader mondiali che ieri e l’altro ieri, giovedì 27 e venerdì 28 settembre, si sono dati appuntamento in Trentino per la trentaquattresima “Young Leaders Conference”, organizzata dal Consiglio per le relazioni tra Italia e Stati Uniti e significativamente dedicata alla questione identitaria, intesa come fattore propulsore ma a volte anche frenante dello sviluppo dei popoli.

La conferenza – istituita nei primi anni ottanta dalle famiglie Agnelli e Rockfeller per cementare le relazioni culturali ed economiche tra i rispettivi Paesi d’origine – si ripropone di far incontrare scienziati, giornalisti, finanzieri, top manager, cooperanti e policy maker che, pur non avendo ancora compiuto quarant’anni, si siano distinti nella propria area geografica di riferimento per capacità, competenze e spirito innovativo.

Nello specifico, i partecipanti hanno avuto modo di confrontarsi con diversi rappresentanti del sistema Trentino dell’impresa, della formazione della ricerca, tra cui Fondazione Bruno Kessler, la Provincia e l’Università a Trento e Trentino Sviluppo a Rovereto.

Qui gli “young leader” hanno visitato il laboratorio di prototipazione ProM Facility di Polo Meccatronica, lasciandosi conquistare dall’innovativo sistema di produzione di neve artificiale brevettato da una startup nata e cresciuta nell’incubatore dell’Industria 4.0.

La giornata si è conclusa con un appuntamento tra storia e futuro in Progetto Manifattura, dove al racconto delle innovazioni sociali ideate dalle duemila operaie che lavoravano il tabacco come l’asilo nido aziendale e il banco di mutuo soccorso, è seguito l’incontro con COSBI, il centro di ricerca congiunto Microsoft-Università di Trento per la nutrizione e le malattie metaboliche ospitato all’interno dell’hub green di Rovereto.

Consiglio per le relazioni tra Italia e Stati Uniti: è un’associazione bilaterale privata, no profit e apartitica, nata nel 1983 per iniziativa di autorevoli personalità italiane ed americane, tra cui Giovanni Agnelli e David Rockefeller, per lungo tempo suoi Presidenti onorari. Da allora, lo scopo del Consiglio è promuovere e realizzare attività utili a sviluppare i rapporti – soprattutto economici – fra Italia e Usa, e più in generale fra Europa e America. Tra gli 800 alumni del programma “Young Leaders” anche l’ex presidente del Consiglio Enrico Letta, l’ex presidente del Messico Felipe Calderon, i presidenti di Assicurazioni generali, FCA, Ferrari, TIM Italia e molti altri.