TRENTINO MARKETING * ‘ SUONI DELLE DOLOMITI ‘: ANDREA MOTIS TUTTO IL TALENTO DI UNA NUOVA STELLA, APPUNTAMENTO A MALGA TASSULLA LUNEDÌ 20 AGOSTO

Ancora il grande jazz ai Suoni delle Dolomiti con Andrea Motis, cantante, trombettista e compositrice che dalla sua natale Barcellona ha saputo imporsi prepotentemente sulla scena internazionale. Sarà un posto particolarissimo e suggestivo come l’altopiano del Pian della Nana nel Gruppo del Brenta, nelle vicinanze di Malga Tassulla, ad accoglierla lunedì 20 agosto (ore 12). A poco più di vent’anni questa bravissima artista – cantante e trombettista – è una vera stella del jazz.

Dopo aver partecipato a numerosi album e averne pubblicati sei con il bassista Joan Chamorro, la trombettista, cantante e compositrice Andrea Motis, ha racchiuso il proprio mondo sonoro in un lavoro solista – Emotional Dance – in cui si muove tra standard e pezzi propri e incanta anche quando porta la lingua catalana nelle atmosfere del jazz.

Per lei suonare la tromba è come meditare mentre il suo modo di cantare è stato paragonato a quello di vere e proprie leggende come Billie Holiday e Norah Jones.

Accanto a Chamorro, Andrea Motis ha coinvolto per questo suo ultimo lavoro alcuni dei più interessanti musicisti della scena d’oltreoceano come il vibrafonista Warren Wolf, il fisarmonicista Gil Goldstein, il baritono sassofonista Scott Robinson, il percussionista Café Da Silvia.

La passione per la musica di Andrea Motis prende vita precocemente: a sette anni ha iniziato a suonare la tromba e tre anni dopo a studiare jazz alla Municipal School of Music of Sant Andreu con Chamorro, che subito dopo l’ha ingaggiata, ancora adolescente, nella sua band. Alternando scuola e musica per nove anni ha fatto parte della Sant Andreu Jazz Band, con la quale ha registrato otto dischi e grazie alla quale ha suonato con musicisti del calibro del trombonista Wycliffe Gordon, del sassofonista Jesse Davis, del clarinettista Bobby Gordon e del sassofonista Dick Oatts, per citarne alcuni.

Dalla tromba ha scoperto, sempre con Chamorro, il canto ampliando le possibilità delle sue canzoni come accade per l’appunto in Emotional Dance dove esso diventa addirittura centrale. “Il titolo (Emotional Dance) trasmette tutti i cambiamenti positivi e le nuove direzioni che abbiamo intrapreso con la mia musica, riconoscendo che le cose stanno avanzando nel modo giusto” spiega Andrea Motis. L’appuntamento dei Suoni delle Dolomiti sarà l’occasione giusta per immergersi nel seducente mondo sonoro di Andrea Motis e avventurarsi con lei nelle nuove strade della sua musica.

Come raggiungere il luogo del concerto
A tutela di questo ambiente particolarmente delicato e sensibile, si consiglia di accedere ai parcheggi in quota con il veicolo a pieno carico. L’accesso è consentito fino all’esaurimento dei posti disponibili da Cles. L’ultimo tratto della strada in direzione Monte Peller è sterrato (consigliato l’uso di auto4x4).

L’escursione
In occasione dell’evento è possibile raggiungere il luogo del concerto assieme alle Guide Alpine del Trentino lungo l’itinerario che tocca Pra del Termen e passa da Malga Cles, dal Lago delle Salare e dal Passo della Forcola sino a raggiungere Pian de La Nana (ore 3.30 di cammino, dislivello in salita 400 metri, difficoltà E). Partecipazione

-a pagamento previa prenotazione presso le Guide Alpine Val di Non al numero 0463 830133
-gratuita fino ad esaurimento posti, previa prenotazione per i possessori di Trentino Guest card (sul sito visittrentino.info/card o al numero dell’Apt Val di Non visittrentino.info/card 0463 830133).

In caso di maltempo il concerto verrà recuperato alle ore 21 Auditorium Polo Scolastico di Cles con biglietti per l’ingresso in distribuzione fino ad esaurimento posti dalle ore 19.