TRANSDOLOMITES * SCENARI DI MOBILITÀ NELLE DOLOMITI: A CAVALESE INCONTRO PUBBLICO IL 12 DICEMBRE

Grazie alle Lotterie di Transdolomites “ La befana di Transdolomites “ del 2015 e 2016, o meglio grazie al lavoro di squadra nelle valli dell’Avisio e non solo, biglietto dopo biglietto il progetto legato alla realizzazione degli studi trasportistici gomma e ferro nel periodo temporale 2018 – 2030 nelle valli dell’Avisio è giunto a compimento.

Uno studio che Transdolomites ad inizio 2016 aveva commissionato alla Qnex Bolzano . Il percorso è stato “ rafforzato “ dalla lettera d’incarico a titolo gratuito firmata lo stesso anno dall’Assessore ai Trasporti Mauro Gilmozzi riconoscendo a questa iniziativa l’interesse provinciale.

Un percorso con un orizzonte regionale che si è sviluppato anche grazie alla collaborazione con il Servizio Trasporti pubblici della Provincia Autonoma di Trento. Dopo alcuni incontri di confronto interno con la P.a.t . martedì 12 dicembre esso si presenta per la prima volta a Cavalese in una pubblica serata.

La valenza regionale è data dal fatto che gli scenari e le prospettive di mobilità pubblica per le valli dell’Avisio hanno come punti di partenza Trento, Ora, Bolzano e come destinazioni le valli dell’Avisio e ritorno.

L’analisi delle direttrici Trento-Valli di Cembra –Fiemme sino a Canazei, quelle tra Trento-Ora-Val di Fiemme e Canazei , la Bolzano-Passo Carezza Canazei, skibus, wanderbus, mobilità dei residenti e turisti, la politica tariffaria, gli scenari trasportistici legati alla proposta di una ferrovia per la valli dell’Avisio rappresentano in sintesi le linee guida che caratterizzano questo importante studio.

Obiettivo è mettere a disposizione delle Amministrazioni provinciali, dei territori e delle collettività uno strumento utile nell’interlocuzione con i diversi soggetti coinvolti a vario titolo sulla questione.

Siamo convinti che questo studio si presenti in un contesto temporale ove a livello nazionale ed europeo il trasporto pubblico rappresenta sempre più uno dei fattori cruciali per la qualità della vita e capacità attrattiva dei territori. Le realtà che hanno saputo muoversi per prime ne stanno cogliendo i frutti, sia sotto il profilo trasportistico che sotto quello turistico.

La popolazione è cordialmente invitata a partecipare.