TONINA * QUESTION TIME: “REPARTO DI ORTOPEDIA A TIONE, QUANDO IL TRASFERIMENTO?”

Appena presentata in Consiglio provinciale una Question time a firma del consigliere Mario Tonina intitolata “Trasferimento dell’U.o. di Ortopedia all’interno dell’ospedale di Tione” nella quale il consigliere giudicariese ha chiesto con forza che venga data completa attuazione al Protocollo di intesa in materia di sanità per la struttura ospedaliera di Tione stilato nel 2016 che prevedeva l’adeguamento ed il potenziamento dell’ospedale e del reparto di Ortopedia in particolare.

“Il 26 aprile 2016 è stato sottoscritto dal Presidente della Comunità delle Giudicarie, in condivisione con i Sindaci di quel territorio e dall’assessore alla salute Zeni e dall’Azienda Sanitaria, il Protocollo di intesa in materia di sanità per il rilancio dell’ospedale di Tione” ha esordito Tonina, “tra le priorità e anche al fine di adeguare nell’ospedale di Tione la capacità di presa in carico dei bisogni di salute della popolazione di riferimento, si evidenziava la necessità di rinforzare le capacità di risposta alla domanda di prestazioni a maggiore impatto e frequenza.

In particolare veniva sottolineata la necessità di dare risposte alla domanda connessa alle patologie di carattere traumatologico, vista la collocazione della struttura in un territorio a spiccata vocazione turistica legata agli sport invernali.”

“Proprio per questo” ha sottolineato il consigliere UpT “era stato condiviso il potenziamento dell’U.o di Ortopedia e traumatologia, previsto il completamento della dotazione strumentale a supporto di tale attività, oltre al trasferimento del reparto nell’area ristrutturata recentemente. Si apprende che è stata data attuazione a tutto ciò che era stato richiesto con il Protocollo ad eccezione del trasferimento del reparto, previsto per settembre 2016.

Ciò premesso, vista anche l’elevata incidenza di ricorsi alla struttura ospedaliera di Tione legati ad incidenti in montagna e in particolare all’U.o. di Ortopedia e traumatologia, si chiede all’assessore competente per quali ragioni non sia ancora avvenuto il trasferimento dell’U.O. di Ortopedia all’interno della struttura ospedaliera, se e quando avverrà il trasferimento.”

“Ribadisco” ha concluso il suo intervento il cons. Tonina, “che nello stato di attuazione del Protocollo di intesa in materia di sanità per la struttura ospedaliera di Tione del 30 giugno 2016, il trasferimento del reparto era stato previsto per settembre dello stesso anno. Pare che i lavori siano terminati e non si capisce per quale ragione ancora non sia avvenuto il trasferimento.”

Rispondendo, l’assessore Zeni ha spiegato che “il trasferimento del reparto di ortopedia è stato ritardato a causa di una serie di interventi inizialmente non previsti che nel frattempo si è reso necessario eseguire, in particolare le verifiche statiche sui soffitti e la relativa messa in sicurezza.

Si fa presente inoltre che sono continuati i lavori di ristrutturazione che hanno portato al completamento dei lavori del Pronto Soccorso e della cucina. I ritardi sono dunque avvenuti a causa dei problemi sopracitati. Entro la fine del mese di maggio prossimo è previsto il trasferimento degli studi medici e, in seguito, del reparto.”

“Mi ritengo parzialmente soddisfatto” ha replicato Tonina “perché assessore – mi permetta di dirglielo – credo che in Politica, quando si firmano determinati documenti e si prendono degli impegni, gli stessi, vadano mantenuti.

Io le ho sempre riconosciuto quando questo è stato fatto, ma nel caso in questione non è possibile pensare che per un reparto di ortopedia importante come quello di Tione – per il quale era stato previsto il trasferimento di Ortopedia all’interno della struttura ospedaliera a settembre 2016 – passino due anni! I lavori sono terminati. C’è qualcosa che non funziona…”

“Anche perché “ha insistito Tonina” le ricordo che tutto il territorio, compresi la Comunità di Valle e i Bim, hanno investito risorse a favore dell’ospedale di Tione e che abbiamo sempre ribadito che l’ambito da potenziare è Ortopedia che, non a caso, è una delle priorità del Protocollo date le caratteristiche del territorio e la vocazione turistica che genera un’elevata incidenza di ricorsi alla struttura ospedaliera legati a incidenti in montagna.

Sottolineo, tra l’altro, che l’attività ortopedica a Tione comprende anche il centro traumatologico di Campiglio che, in una logica di sistema, è parte funzionale dell’attività ortopedica dell’ospedale giudicariese.

“Speravo che nella sua risposta potesse almeno garantire il trasferimento in tempi brevi del reparto di Ortopedia, dato che i lavori risultano completati” ha ribadito, concludendo, il cons. Tonina.