Focus su riammodernamento delle strutture, digitalizzazione e informatizzazione nel nuovo piano di investimenti finanziato per 25 milioni di Euro da un pool di banche

TH Resorts, tra i principali player nazionali nella gestione di strutture alberghiere nel segmento leisure di fascia medio-alta, ha presentato il nuovo piano di investimenti quinquennale da 37 milioni di Euro per lo sviluppo del prodotto dell’azienda e per le nuove acquisizioni.

Gli investimenti sono finalizzati allo sviluppo del prodotto verso il segmento upscale con particolare riguardo alla digitalizzazione e informatizzazione dell’intero comparto.
I 25 Resorts gestiti da TH per un totale di oltre 5000 camere, con una posizione dì leadership sulla montagna invernale ed estiva, vedranno investimenti per lo sviluppo del web, sia marketing che commerciale, e del CRM (Customer Relationship Management) con particolare attenzione al cliente e alla sua esperienza.

L’azienda, che nel corso del 2019 raggiungerà i 90 milioni di fatturato con oltre 2600 addetti, finanzierà il riammodernamento delle camere e l’acquisizione di nuove gestioni, con particolare riguardo a Sicilia e Sardegna, attraverso il finanziamento a medio termine di 24,6 milioni di Euro erogato da un pool di banche: Mediocredito Italiano (Banca del Gruppo Intesa Sanpaolo), Mps, BPM e Bper. Banca Imi, la banca d’investimento del Gruppo Intesa Sanpaolo, ha agito nel ruolo di Banca Agente. La rimanente parte degli investimenti sarà finanziata da capitale già presente in azienda.

“Siamo particolarmente soddisfatti del finanziamento ottenuto – dichiara l’Amministratore Delegato Gaetano Casertano – che dimostra non solo un nuovo posizionamento e consolidamento di TH Resorts verso il mercato finanziario già iniziato con l’entrata nel capitale di primari investitori come CDP Equity ed ISA, ma anche il fatto che TH è stata capace di creare un modello di gestione del turismo leasure apprezzato dal sistema finanziario. La sfida è appena iniziata ma i presupposti per creare un operatore made in Italy ci sono tutti.”

Il nuovo posizionamento di TH Resorts si arricchisce con investimenti in città d’arte come il Lido di Venezia nel nuovo segmento “all season” e vedrà lo sviluppo in altri centri come Assisi e Roma.

“Questo sviluppo – ha aggiunto il Presidente Graziano Debellini – si incardina in una strategia che evidenzia il cambiamento che TH Resorts sta facendo nella creazione di un modello di industrializzazione del processo di business leasure”.

Gli advisor, oltre allo studio Bonamini che ha contribuito anche alla redazione del Piano Industriale, sono stati per la parte legale Curtis per TH Resorts e Bastianini Carnelutti per il pool di Banche.