SOCCORSO ALPINO – TRENTINO * DOPPIO INTERVENTO PER L’AREA OPERATIVA TRENTINO SETTENTRIONALE, SULLA VIA FERRATA GADOTTI E AL RIFUGIO TORRE DI PISA NEL GRUPPO DEL LATEMA

Il primo intervento si è concluso ieri intorno alle 22.10. Una famiglia tedesca composta da tre persone – i genitori e un bambino di 10 anni – stava facendo un’escursione sulla via ferrata Gadotti e la cima Dodici in Val di Fassa, quando è stata colta da una tempesta.

La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata verso le 17. Immediato l’intervento dell’Area operativa Trentino Settentrionale del Soccorso Alpino, il cui coordinatore ha inviato due squadre di terra sul posto. I soccorritori hanno localizzato i tre escursionisti, illesi, sul sentiero sotto cima Dodici.

Li hanno raggiunti a piedi e accompagnati in sicurezza a valle.

Alle 22.30 di ieri l’Area Operativa Trentino Settentrionale del Soccorso Alpino è stata allertata nuovamente per un turista giapponese che non aveva fatto rientro in albergo dopo un’escursione al rifugio Torre di Pisa nel gruppo del Latemar.

È stato lo stesso albergatore a lanciare l’allarme. Alle prime luci dell’alba di questa mattina sono partite le operazioni di ricerca con l’elicottero che ha compiuto un sorvolo.

Il turista è stato trovato illeso, recuperato a bordo e portato a Moena. Si era rifugiato al bivacco Rigatti a una quota di 2638 m. Non è stato necessario il ricovero in ospedale.