PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

"Trentino news" - settimanale di informazione -

- - - - - -

 

PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

"Giornata dell'Autonomia" - video Tv integrale -

“Mobilità e infrastrutture sono temi portanti per il territorio vicentino in Europa. Dobbiamo inserire nella programmazione comunitaria la Valdastico Nord e tutte quelle opere necessarie a porre Vicenza e il suo territorio in stretto collegamento con il Centro dell’Europa”.

A ribadirlo è stato l’europarlamentare di Fratelli d’Italia Remo Sernagiotto che, presso la sede di Confartigianato a Vicenza, ha incontrato gli aderenti a Eact, European Alliance for Coach Tourism e numerosi imprenditori nel comparto del trasporto persone.

L’incontro è iniziato con un aggiornamento sul Pacchetto mobilità recentemente approvato dal Parlamento Europeo, riguardante, tra l’altro, i tempi di guida e di riposo degli autisti e il loro distacco obbligatorio in occasione di tour internazionali con autobus.

Accanto al presidente di Eact, Willy Della Valle, Sernagiotto ha rilanciato il tema della viabilità a Vicenza e nel Veneto. “E’ chiaro che l’obiettivo finale è la Valdastico Nord. Le nostre imprese ne hanno bisogno. In Europa continuerò a insistere perché questa opera venga inserita nella programmazione comunitaria, accanto alla Venezia-Monaco, alla Romea Commerciale e alla Nogara Mare nell’ambito della nuova Strategia dei corridoi tecnologici TEN-T. Inserire un’opera di questo tipo nei programmi europei significa – nel caso in cui il territorio decida di procedere – avere fino a un 40 per cento di finanziamenti a fondo perduto da Bruxelles”, ha spiegato l’europarlamentare di Fratelli d’Italia.

“Vicenza e il Veneto sono il cuore produttivo d’Europa accanto alla Baviera: una viabilità efficiente è l’unico modo per continuare a competere di fronte a una concorrenza sempre più agguerrita e a una Via della Seta che di poetico ha solo il nome”, la considerazione di Sernagiotto.

Quanto all’atteggiamento trentino nei confronti della Valdastico, Sernagiotto non ha dubbi: “Anche i trentini stanno cambiando opinione e una forte maggioranza di centrodestra, in Italia e in Europa, può favorire lo sviluppo di queste opere. Negli incontri elettorali che sto facendo in Trentino in queste settimane pongo sempre il tema della Valdastico Nord e vedo che c’è sempre più convinzione per il completamento dell’opera. Il vento sta cambiando”, conclude Sernagiotto.