SEGNANA * ” OSPEDALE S. LORENZO BORGO VALSUGANA: LE URGENZE DAL GIOVEDÌ SARANNO DIROTTATE SU TRENTO? “

Non sono passati neppure 10 giorni dalla notizia della diminuzione degli interventi chirurgici che già leggiamo di un’ulteriore taglio a discapito sempre dell’ospedale San Lorenzo di Borgo.

Se ne parlava già da un po’ della possibile riduzione dell’orario anche del Pronto Soccorso ma ora leggerlo nero su bianco sui quotidiani locali ci fa capire di quanto poco importino gli interessi dei valsuganoti e di quanto poco importino al centro sinistra autonomista, in primis all’assessore Zeni, i bisogni delle periferie.

Sembra proprio che l’assessore Zeni si stia divertendo a prendere in giro i suoi concittadini, aumenta da una parte ma toglie dall’altra, ha aumentato il personale nel reparto di medicina per toglierlo a chirurgia, penalizzando in questo modo il Pronto Soccorso che naturalmente non può più prendere in carico delle urgenze dal giovedì in poi essendoci nel reparto solo un infermiere ed un oss, come riportato dai quotidiani.

Poi, tra l’altro, ci si chiede perché non si riescano a trovare medici che accettino di lavorare negli ospedali periferici. (???). Il parere contrario del Consiglio della Salute non ha sortito alcun effetto, ormai l’assessore va avanti imperterrito per la sua strada calpestando i diritti alla salute dei suoi concittadini

. In un’intervista del 15 aprile l’assessore dichiarava: “la politica dovrebbe avere anche una funzione di guida e indicare la strada e questo vuol dire fare delle scelte che possono risultare impopolari (…) per dare un futuro alla comunità”. Ma quale futuro aspetta i valsuganoti e tesini? Un futuro dove non gli viene garantito il diritto alla salute.

Un futuro dove la politica per motivi economici non ascolta i bisogni dei territori e va contro la volontà di chi ha votato i propri rappresentanti affinché facessero il loro bene. Stiamo assistendo ad un depotenziamento senza precedenti del nostro ospedale nel nome di “un cambiamento in atto in un’ottica di sistema (…)”. Speriamo ottobre arrivi in fretta e che l’assessore non faccia troppi danni nel frattempo!

 

*
On. Stefania Segnana