PAT - LA RICERCA IN TRENTINO

- ARTE SELLA -

Nel video gli interventi di:
MAURIZIO FUGATTI (presidente Provincia autonoma di Trento)
ACHILLE SPINELLI (assessore  Sviluppo economico, ricerca e lavoro)
FRANCESCO PROFUMO (presidente Fbk)
ANDREA SEGRÉ (presidente Fem)

Autonomia in pericolo! Scelte del governo romano sono un male per la nostra autonomia! Ora lo sostiene anche il governo del “cambiamento” trentino.

A pagina 40 del DEFp Documento Economia e Finanza provinciale lo scrivono anche e molto chiaro: “la scelta governativa di ridurre alcune imposte, se dovesse tradursi in una riduzione della pressione fiscale, produrrebbe conseguenze inevitabili per l compartecipazioni ai gettiti tributari di cui gode l’Autonomia.”

Non è finita qui leggete :”Effetti negativi rilevanti per la finanza provinciale potrebbero derivare in particolare dalla introduzione della flat tax per il ceto medio e dalla trasformazione del bonus di 80 euro in agevoIazione fiscale.”

In sostanza scrivono chiaro che flat tax e trasformazione bonus Renzi sono un danno per la nostra autonomia.

I conti sono presto fatti: più di 200 milioni di euro in meno di entrate e quindi di risorse per far funzionare i servizi ( e il debito statale che aumenterà poi ci penalizza due volte).

Avevo avuto già modo di segnalare la cosa tempo fa ( dopo aver sentito dichiarazioni dei ministri e letto il Def)lo faccio ora ad una prima lettura del Def provinciale e non smetterò’ di farlo ad ogni occasione perché la nostra autonomia corre un pericolo mortale.
Il pericolo che ci lascino si tutte le competenze ma che ci prosciughino le entrate e quindi le risorse per esercitarle!
Serve una presa di coscienza è una mobilitazione trasversale!

 

*

Ugo Rossi