RAI STORIA * A.C.D.C.: IL DOCUMENTARIO RACCONTA LA MISSIONE DEL GESUITA MATTEO RICCI E DEI SUOI CONFRATELLI IN CINA

La missione del gesuita Matteo Ricci e dei suoi confratelli in Cina, alla fine del Sedicesimo secolo. La racconta il documentario in due episodi in prima visione “Cina, l’impero del tempo”, per il ciclo “a.C.d.C.” con l’introduzione del professor Alessandro Barbero. Nella prima parte, in onda giovedì 20 settembre alle 21.10 su Rai Storia, il racconto è incentrato sulla figura di Ricci e suoi suoi tentativi di arrivare a Pechino, alla corte imperiale Ming, sfruttando le sue competenze matematiche e di geometria.

Al centro del racconto c’è “l’incontro-scontro” tra cinesi e occidentali rispetto alla cosmologia e all’astronomia, e quindi alla misurazione del tempo, ai calendari e alle predizioni di fenomeni celesti. Ricci riesce a essere ammesso a corte e converte al Cristianesimo anche alcuni dignitari, appassionati di astronomia.

Dopo il fallimento degli astronomi cinesi nella predizioni di un’eclissi solare, Ricci muore e l’imperatore affida a uno dei dignitari convertiti la direzione dell’ufficio astronomico di matematica e la preparazione di un nuovo calendario imperiale. La dinastia Ming viene però deposta e sostituita da quella Manciù, e il destino dei gesuiti con i nuovi dominatori rimane in sospeso.

Il documentario è realizzato con ricostruzioni e dialoghi, ma anche con interviste ad astronomi, fisici e storici di oggi occidentali e cinesi che tracciano alcuni parallelismi tra passato e presente. Un racconto che mescola scienza, storia e intrighi della Cina imperiale e dei gesuiti.