rai RADIO 2 – ‘ ilunatici’ * EVA HENGER: “PORNO? NON SONO PENTITA, SESSO? GLI UOMINI ITALIANI SOGNANO DI ESSERE COME SIFFREDI MA PUNTANO IL DITO CONTRO UNA DONNA CHE HA FATTO CINEMA HARD “

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

Eva Henger è intervenuta ai microfoni di Rai Radio2 nel corso del format “I Lunatici”, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, in diretta ogni notte dall’1.30 alle 6.00 del mattino.

L’ex pornostar ha parlato del clima che si respira in Italia a proposito del lavoro che ha svolto in passato: “Girando molto in America, vedendo quello che accade negli Usa, osservo che molte pornodive sono considerate delle star. Lì le donne vengono meno criticate, hanno più opportunità nel cambiare. In Italia devi combattere ogni giorno, anche dopo tanti anni, per convincere la gente che se una volta hai fatto una cosa non sarai per sempre quella cosa. In Italia c’è chi ama infierire, perché magari ha problemi personali. Soprattutto verso le donne. L’uomo passa come un eroe, le donne vengono criticate. Magari l’uomo critica me perché ho fatto un certo mestiere, mentre invidia Rocco Siffredi. Le donne sono molto cambiate, sono più riflessive e meno bigotte dell’uomo.

Ci sono sempre le eccezioni, per carità, però ho molto seguito femminile, mentre gli uomini hanno paura di vedere una donna libera. In Italia è ancora così. Anche se l’apertura mentale è maggiore rispetto al passato, gli uomini vorrebbero tenere la propria donna in casa in un modo e trattare tutte le altre fuori in un altro. Gli uomini sognano di essere Rocco Siffredi ma puntano il dito contro una donna che ha fatto cinema hard. Le donne sono molto più tranquille e comprensive, cercano di capire, di evolvere, informarsi prima di giudicare. Questo mi fa molto piacere”.

Su un eventuale ritorno all’hard: “Lo escludo categoricamente. Ogni cosa ha il suo tempo nella vita di una persona. Non ho nessuna voglia di tornare indietro, né ho l’età. Anche se ormai si vedono anche le signore di settant’anni, io non ho questa malattia. Mi sono divertita nel breve periodo che ho fatto i film, soprattutto nel mondo dello spettacolo. Mi divertiva andare in giro a fare spettacoli nei vari club. Ora si chiama burlesque, una volta si chiamava spogliarello. C’era la scenografia, il coreografo che curava i passi di danza, era una cosa trasgressiva ma molto studiata. Ora ho trovato un equilibrio, gestisco meglio il mio tempo, ho scoperto altre attività che mi rendono molto felice. Io comunque non mi sono pentita. Ho fatto un percorso della mia vita che è finito lì. Berlusconi non è rimasto pianista sull’oceano, ha fatto tante cose. Ogni cosa a suo tempo. Ogni persona può cambiare, è successo anche a me”.

Sul consiglio che darebbe ad una ragazza che sta per intraprendere una carriera nel mondo del porno: “Mi è capitato. Per prima cosa chiederei per quale motivo prende in considerazione una proposta del genere. Se tu pensi di fare questo lavoro perché così diventerai famosa, hai sbagliato epoca. Ormai non è più così. Famosi con il porno non ci si diventa più. E non c’è più grande richiesta. Internet ha ucciso la pornografia. Una volta si spendevano 100.000 euro per fare un film, poi con internet è cambiato tutto. Sono nati questi film amatoriali che hanno distrutto l’industria del porno. Quindi a una ragazza direi di dimenticarsi di diventare ricca e famosa con l’hard. E le direi di pensare bene al marchio che poi le rimarrà addosso tutta la vita “.

Sul suo rapporto con il sesso: “Molto tranquillo, equilibrato e bello. Sono felicemente sposata, facciamo l’amore spesso. Non ho nessun problema”.

Sulla politica: “In passato ci sono state delle proposte. Qualcuno mi ha chiesto di candidarmi, ho sempre detto di no, amo la mia vita tranquilla, non ho nessuna idea di complicarmi di nuovo l’esistenza”.

Su Riccardo Schicchi: “E’ stato celebrato come un genio, non solo in Italia, anche in America. Come camminava si fermava la gente e gli baciava la mano. Ha portato Cicciolina in Parlamento, ha buttato giù certi tabù in Italia, ha aiutato molto ad aprire la mente anche agli americani, li ha aiutati ad essere più tolleranti”.

Infine, da Eva Henger un consiglio alle coppie per rinnovare sempre la propria vitalità: “Non sono né psicologa, né sessuologa, posso dare una semplice opinione. Bisogna cercare di capire qual è il problema dentro di noi. Non dare subito la colpa al partner. Magari è un periodo che passa da solo. Qualche gioco può essere una soluzione. Se non hai voglia di fare l’amore, devi cercare di staccarti da tutto, almeno la sera, e concentrarti con dei giochi che piacciano anche al partner. Provando a scaricare lo stress nel sesso. Fare dei giochetti, giochi di ruolo, vestirsi sexy, qualcosa così”. e