MUSE: LE STRATEGIE PER IL 2020

24 ottobre 1917. Alle due del mattino, la XIV Armata del generale Otto Von Below, composta da sette divisioni tedesche e otto austroungariche, investe con un massiccio bombardamento il fronte italiano stanziato sul fiume Isonzo. A “Passato e Presente”, il programma di Rai Cultura in onda mercoledì 24 ottobre alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia, Paolo Mieli ne parla con il professor Marco Mondini.

L’attacco si concentra sui trenta chilometri compresi fra le conche di Plezzo e di Tolmino, in direzione di Cividale e di Udine. E’ un’offensiva in grande stile. Nella notte tra il 26 e il 27 ottobre, Cadorna ordina la ritirata generale, che si conclude il 9 novembre sulla riva destra del Piave. I numeri della sconfitta sono impressionanti: 11 mila morti, 30 mila feriti, 300 mila prigionieri, 350 mila militari sbandati, 400 mila profughi civili, le tre linee dello schieramento sfondate. L’Italia è sull’orlo della capitolazione.

Cadorna viene sollevato dall’incarico. “Passato e presente” ricostruisce i fatti di quei giorni con le interviste al generale Tota, Capo V Reparto Affari Generali dello Stato Maggiore dell’Esercito, e al colonnello Dechigi, capo dell’Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell’Esercito.