QUESTURA DI TRENTO * SPEED MARATHON: ” NELLA SETTIMANA SCORSA SULLE STRADE DELLA PROVINCIA ACCERTATE 15 VIOLAZIONI CON IL TELELASER “

Il Network Europeo delle Polizie Stradali “Tispol” ha programmato nel periodo dal 16 al 22 aprile l’effettuazione della campagna europea congiunta denominata “Speed” (controllo velocità).

Tispol è una rete di cooperazione tra le Polizie Stradali, nata nel 1996 sotto l’egida dell’Unione Europea, alla quale aderiscono 29 Paesi tra cui tutti gli Stati Membri oltre alla Svizzera e alla Norvegia, con la Serbia come osservatore.

L’Italia è rappresentata dal 2003 dal Servizio Polizia Stradale del Ministero dell’Interno.

L’Organizzazione intende sviluppare una cooperazione operativa tra le Polizie Stradali europee per ridurre il numero di vittime della strada e degli incidenti stradali, attraverso operazioni internazionali congiunte di contrasto delle violazioni e campagne “tematiche” in tutta Europa all’interno di specifiche aree strategiche.

La campagna congiunta denominata Tispol ha l’obiettivo di effettuare in tutta Europa controlli sul rispetto dei limiti di velocità di tutti i veicoli in circolazione.

L’articolo 142 del Codice della Strada prevede, in caso di violazione, una sanzione amministrativa di 41 euro per eccesso di velocità entro 10 km/h, euro 169 e la decurtazione di 3 punti per eccesso di velocità oltre 10 km/h e sino e 40 km/h, euro 532, la decurtazione di 6 punti ed il ritiro della patente di guida per eccesso di velocità oltre 40 km/h e sino e 60 km/h ed euro 829, la decurtazione di 10 punti ed il ritiro della patente di guida per eccesso di velocità oltre 60 km/h.

Il Servizio Polizia Stradale ha predisposto sull’intero territorio nazionale l’effettuazione, per tutto il periodo in questione, sulle ventiquattrore, di una mirata attività al contrasto della mancata osservanza dei limiti di velocità.

E’ stata predisposta inoltre una specifica campagna congiunta di controlli denominata “Speed Marathon” effettuata incessantemente nell’arco delle 24 ore del giorno 18 aprile con inizio alle ore 06.00 e fine alle 06.00 del 19 aprile .

Nella settimana scorsa, sulle strade della provincia di Trento, la Polizia Stradale ha disposto 70 pattuglie con compiti specifici munite di apparecchiature elettroniche per il rilevamento della velocità dei veicoli. Durante tali servizi sono state accertate 15 violazioni all’art.142 del Codice della Strada sulla viabilità extraurbana mediante Telelaser.

Due di queste hanno comportato l’immediato ritiro della patente di guida ai fini della prevista sospensione, da uno a tre mesi, in quanto il limite massimo di velocità è stato superato di oltre 40 km/h .

In un caso è, addirittura, emerso che la persona, alla guida dell’auto era in possesso di una patente falsa che veniva sequestrata dagli operatori con relativa denuncia all’A.G. della medesima che veniva altresi’ sanzionata per guida senza patente ( 5.000 euro di sanzione ridotti ad euro 3.500 se pagati entro 5 giorni); l’autovettura, di proprietà di altra persona, sottoposta a fermo amministrativo per mesi tre Le 13 violazioni contestate ai sensi di cui all’art. 142, comma 8, del CdS relative al superamento del limite velocitario di oltre 10 km/h e non oltre 40 km/h prevedono una sanzione amministrativa di Euro 169,00. La predetta violazione, se estinta entro 5 giorni dalla contestazione o notificazione, è pari ad Euro 118.30; è altresì prevista la decurtazione di 3 punti dalla patente di guida.

La violazione contestata ai sensi di cui all’art. 142, comma 9, del codice stradale, relativa al superamento del limite velocitario di oltre oltre 40 km/h prevede una sanzione amministrativa di Euro 532,00 con 6 punti di decurtazione punti dalla patente di guida.

In ambito autostradale sono stati impressionati 18 fotogrammi relativi ad eccessi di velocità mediante apparecchiatura autovelox, i quali sono in corso elaborazione per la successiva verbalizzazione e notifica.