PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO * INCONTRO A PARIGI SUI CENTRO OCSE: UNA NUOVA VISIONE STRATEGICA PER LO SVILUPPO LOCALE

Una nuova visione strategica per il centro Ocse di Trento per lo sviluppo locale. Se ne è discusso ieri a Parigi nel corso della riunione annuale del Comitato direttivo dei membri del programma Ocse Leed (Local Economic and Employment Development) a cui hanno partecipato Paolo Nicoletti, direttore generale della Provincia e Alexander Steiner, Segretario generale della Regione Trentino-Alto Adige.

La riunione ha visto la partecipazione di circa 40 Nazioni, con delegati in rappresentanza di organismi di ricerca nazionali degli Stati membri che partecipano al Progetto Leed.

Nel corso dell’incontro è stata approvata, tra le altre, la proposta che ridefinisce la strategia del Centro Ocse di Trento.

Il Centro rafforzerà ulteriormente il ruolo a livello internazionale nell’ambito delle attività di capacity building rivolte ad autorità nazionali e sub-nazionali su temi legati allo sviluppo locale e si occuperà di un nuovo filone di attività legato alla produttività territoriale.

Si tratta di un risultato importante, che rende il Centro di Trento ancora più centrale nelle analisi delle politiche locali a livello nazionale ed internazionale, a beneficio dei paesi membri dell’Ocse e delle istituzioni locali.

Tale nuova attività si potrà avvalere anche del network in corso di costituzione, tra vari attori pubblici e privati locali, come la sezione la trentina della Banca d’Italia, Irvapp/Fbk, Eurac di Bolzano e l’Università di Trento.

Il centro Ocse Leed di Trento è stato istituito nel 2003 attraverso un protocollo d’intesa tra l’Ocse, il Governo italiano e la Provincia autonoma di Trento.

Il protocollo è stato rinnovato nel 2005, 2010 e 2015. L’attuale mandato è valido fino al 2020 e si avvale del sostegno aggiuntivo della Provincia autonoma di Bolzano, della Regione autonoma Trentino-Alto Adige Südtirol, della Fondazione di Venezia e della Camera di Commercio di Udine.