provincia autonoma di bolzano * autostrada A22 – ‘ Alza il piede dal gas! Per un’aria migliore ‘: ” BrennerLEC, meno velocità uguale meno inquinamento “

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

Ridurre la velocità per ridurre l’inquinamento e migliorare la qualità dell’aria. Buoni i primi risultati di BrennerLec, al via campagna di sensibilizzazione.

 

L’adozione di un limite di velocità dinamico di 100 km/h lungo l’autostrada del Brennero nel tratto fra il casello di Egna/Ora e il confine fra Alto Adige e Trentino ha portato a una riduzione delle emissioni di ossidi di azoto.

In base ai rilevamenti, la riduzione della velocità media di 15 km/h (ora è di circa 110 km/h) ha prodotto un calo del 10% della concentrazione media di No2 a bordo autostrada.

Questo consente di stimare che viaggiando a 100 km/h invece che a 130 km/h, i consumi si potrebbero ridurre fino al 30% e le emissioni di ossidi di azoto mediamente del 25%.

Sono i dati emersi dalla fase di monitoraggio avviata lungo l’autostrada del Brennero nell’ambito del progetto BrennerLEC (lower emissions corridor), il progetto pilota che vede la partecipazione dell’Agenzia provinciale per l’ambiente di Bolzano, di quella di Trento, nonché di società Autobrennero, Università di Trento, Idm e Cisma.

Il progetto è cofinanziato dall’Unione europea nell’ambito del programma Life – ambiente (info a questo link). L’obiettivo è ridurre le code nelle situazioni di traffico intenso e migliorare la qualità dell’aria in condizioni di traffico normale puntando a un traffico di transito maggiormente rispettoso della salute della popolazione residente e più compatibile con le caratteristiche di un territorio sensibile quale le Alpi.

Per ridurre la velocità ai fini ambientali lungo l’autostrada del Brennero è necessaria, però, una direttiva del Ministero dei trasporti, direttiva la cui emanazione è stata più volte chiesta dal Consiglio provinciale di Bolzano e dal presidente della Provincia Arno Kompatscher.

“Non si tratta solo di rispettare le direttive Ue e le norme ambientali, in primo luogo abbiamo l’obbligo di agire per tutelare la salute dei cittadini”, afferma l’assessore provinciale all’ambiente Richard Theiner.

“Abbiamo le prime indicazioni che questo provvedimento produce effetti concreti sulla qualità dell’aria vicino all’autostrada – affermano i tecnici dell’Agenzia provinciale per l’ambiente – superati gli 80 km/h, ogni km/h in meno porta un beneficio alla qualità dell’aria, perché si riducono le emissioni inquinanti, e al portafoglio, perché si riducono i consumi”.

I tecnici dell’Agenzia proseguotno ricordando che “con il buon senso e la buona volontà tutti possono contribuire ad ottenere risultati importanti”.

Al momento attuale, dopo la prima fase di test, nel progetto BrennerLec si stanno testando varie modalità di velocità e varie tipologie di segnalazione della velocità. L’Agenzia provinciale per l’ambiente auspica che il progetto possa dare un contributo importante al raggiungimento degli obiettivi di qualità dell’aria fissati dalla Giunta provinciale con il Programma No2.

Campagna Alza il piede dal gas! Per un’aria migliore

L’Agenzia provinciale per l’ambiente dal 26 novembre avvia una nuova campagna informativa “Alza il piede dal gas! Per un’aria migliore” volta a sensibilizzare gli automobilisti a ridurre la velocità e contribuire al contenimento dell’inquinamento atmosferico. Si tratta di un appello, veicolato tramite poster e spot radiofonici, rivolto in particolare a coloro che utilizzano l’autostrada del Brennero A22 per raggiungere l’Alto Adige, e non è un caso che l’iniziativa venga proposta in concomitanza con i mercatini di Natale, periodo caratterizzato da un massiccio aumento dei flussi di traffico.

Grazie alla collaborazione della Ripartizione mobilità della Provincia per tutto il mese di dicembre 15 autobus della Sasa a Bolzano e 2 a Merano, veicoleranno il messaggio posizionato sul loro retro, ovvero “Alza il piede dal gas! Per un’aria migliore”.

Spot radiofonici vengono diffusi sulle emittenti locali e possono essere ascoltati sul canale soundcloud della Provincia.