PRO LOCO ZAMBANA – SAN ROCCO (TN) * ‘ ANTICHE TERRE ‘: IL 6 E 7 OTTOBRE FESTIVAL GASTRONOMICO-CULTURALE ALLA SCOPERTA DEI MESTIERI E DEI SAPORI DI UN TEMPO

Le Pro Loco di Zambana e Nave San Rocco, rappresentate dalle due presidenti, Monica Viola e Giulia Zanon, hanno presentato questa mattina alla stampa il nuovo evento congiunto Antiche terre, una manifestazione nata con l’intento di avvicinare due comunità prossime alla fusione (prevista per il 2019), che si riscoprono unite da una storia comune (prima dell’epoca fascista, infatti, le due comunità costituivano un unico borgo).

L’assemblea è stata aperta dal presidente della Federazione Pro Loco Enrico Faes, che ha fatto un plauso all’operato delle due Pro Loco, e dall’Assessore di competenza Michele Dallapiccola, il quale ha sottolineato come “L’’apporto fornito dalle Pro Loco, a fronte della richiesta avanzata dall’assessorato al turismo di destagionalizzazione dell’offerta sul nostro territorio, è stato importantissimo:  attraverso i loro eventi, sparsi durante tutto l’anno e perfettamente integrati nel sistema turistico, queste associazioni sono riuscite talvolta a creare delle vere motivazioni di vacanza, contribuendo in modo fattivo a rendere il nostro territorio attrattivo anche nel periodo autunnale e primaverile.

Per questo da parte nostra va un grande ringraziamento a queste realtà, che in questi anni sono state capaci di riposizionarsi, passando dalla sola azione di animazione territoriale a un reale incontro con il turismo.”

I contenuti dell’evento sono stati illustrati ai presenti dalla presidente della Pro Loco di Zambana, Monica Viola, che ha definito “questo evento come qualcosa di speciale e particolare. Speciale per il suo forte significato per comunità, e particolare per la forma insolita ed innovativa con cui si realizza.” L’idea delle Pro Loco è infatti quella di far rivivere a Zambana Vecchia un weekend calato negli anni 30 e 50 del Novecento, con tanto di figuranti in costume, antichi mestieri e piatti dei nostri nonni.

“La progettazione di questo evento è stata molto lunga, più di un anno di lavoro congiunto tra i due direttivi delle Pro Loco. Ma crediamo che il risultato sia valso gli sforzi: questo è per noi l’anno zero, l’inizio di una storia che vede questo evento diventare manifesto di un nuovo modo di fare volontariato turistico basandosi su uno spirito di collaborazione e condivisione”.

Giulia Zanon, presidente della Pro Loco di Nave San Rocco, ha fatto pregustare l’atmosfera che si vivrà nella due giorni a Zambana vecchia, che sarà “una vera e propria immersione in un borgo degli anni ‘30. Sarà un’esperienza che coinvolgerà i 5 sensi, in cui le particolarità e la storia del territorio emergeranno in modo inedito e vissuto in prima persona attraverso passeggiate, visite guidate, giochi di una volta, sapori dimenticati, immagini in bianco e nero”, sottolineando anche l’importante apporto delle associazioni dei due paesi, ben 19, in vario modo coinvolte nella manifestazione.

“Ammirazione ed orgoglio” per il lavoro messo in atto dalle due Pro Loco sono stati espressi dal sindaco di Zambana, Renato Tasin: “ Antiche terre è un evento che parla di passato ma che guarda al futuro. Un momento importante per le due comunità, che mettono in atto sinergie nuove. Ed anche un importante conferma per il borgo di Zambana Vecchia, che dopo il riuscito esperimento dell’evento Tutti#fuori (che vi ha avuto luogo l’anno scorso), si conferma location ideale per eventi culturali, grazie al suo fascino di borgo il cui il tempo si è fermato.”

Anche il primo cittadino di Nave San Rocco, Joseph Valer, non ha potuto che complimentarsi con le due associazioni , “che hanno accolto una sfida, quella lanciata dall’imminente fusione, traducendola in modo entusiasmante ed innovativo. E’ un evento che inizia a prefigurare lo sviluppo di una comunità nuova, che pur mantenendo le specificità dei singoli borghi riesce comunque a unirsi in modo sinergico.”

Dal mondo del turismo della Piana Rotaliana, rappresentato dal presidente del Consorzio Turistico Piana Rotaliana Koenigsberg, Alois Furlan, un encomio all’idea delle Pro Loco, “che sono riuscite a dare nuova vita a Zambana Vecchia, rendendola il borgo degli eventi, con significative ricadute non solo livello sociale e di comunità, ma anche turistico”.

L’EVENTO ANTICHE TERRE
Due terre contadine, accomunate non solo dall’appartenenza ad uno stesso municipio, ma anche da tradizioni ed usi: ecco che questi tasselli diventano allora per le locali Pro Loco i punti di contatto da cui far ripartire una forte collaborazione tra le due realtà.

Da qui l’idea, originale e coraggiosa, di far rivivere nel borgo di Zambana Vecchia, per un weekend, la società di inizio Novecento: il risultato è Antiche Terre, un evento che vuole celebrare ed approfondire le radici delle comunità di Zambana e Nave San Rocco, proponendo un evento in cui divertimento e storia si intrecciano. Antiche terre proporrà al visitatore un tuffo nel passato: entrando nel borgo, il visitatore troverà una Zambana Vecchia trasformata, con botteghe ed osterie, profumi di piatti di una volta, personaggi in costume, artigiani ed antichi attrezzi.

Oltre alla storia, infatti, si vuole mettere in mostra il territorio nel suo complesso, facendo luce sulle tante attività artigiane, agricole e la piccola imprenditoria che hanno fatto crescere le due comunità. Ad arricchire l’offerta, le mostre di fotografie antiche, le passeggiate alla scoperta del territorio, i giochi di una volta, oltre all’interessante allestimento di pannelli dedicati alla storia locale e all’eccezionale apertura dell’antica chiesa dei SS Filippo e Giacomo allestita secondo l’assetto originale, con celebrazione della messa e visite guidate.

La manifestazione vede il coinvolgimento di 19 realtà associative dei due paesi che hanno calorosamente accolto l’iniziativa, che punta a diventare una nuova tradizione per la comunità.

“Quello che vorremmo far capire alle nostre comunità è che la condivisione e la collaborazione sono un’opportunità per i nostri paesi, oltre che offrire possibilità di scambi di idee e rapporti umani, cosa importante in questi momenti storici così difficili” sono gli intenti espressi congiuntamente dalle due presidenti delle Pro Loco di Zambana e Nave San Rocco, rispettivamente Monica Viola e Giulia Zanon.

Manifestazione a cura delle Pro Loco di Zambana e Nave San Rocco, con la collaborazione delle Associazioni di Zambana e Nave San Rocco ed il sostegno delle Amministrazioni Comunali di Zambana e Nave San Rocco.