PAT * TRENTO SMART CITY WEEK 2018: MOMENTO DI CONFRONTO SULLA SOCIETÀ DEL FUTURO

Le parole dei rappresentanti dei sei enti promotori. Trento Smart City Week, momento di confronto sulla società del futuro.

Quali sono le caratteristiche di una città intelligente? La seconda edizione di Trento Smart City Week, ospitata nel capoluogo dal 12 al 15 aprile 2018, vuole essere un momento di incontro e confronto prezioso tra cittadini, amministratori, imprenditori e scienziati per condividere il percorso futuro nell’ambito dell’innovazione e delle nuove tecnologie.

Lo testimoniano i rappresentanti dei sei enti promotori: il Comune di Trento, la Provincia autonoma di Trento, la Fondazione Bruno Kessler, l’Università degli studi di Trento, il Consorzio dei Comuni Trentini e l’Ieee, l’Institute of Electrical and Electronic Engineers (Ieee).

“Un territorio a portata di cittadino, ove la tecnologia e il processo di digitalizzazione possano essere strumento per migliorare il senso di inclusività e coesione del Trentino, questo il senso di Trento Smart City, un appuntamento che mira a ridurre le distanze”, facendo conoscere ai cittadini quanto in questi anni la Pubblica amministrazione stia facendo per raggiungere una maggiore efficienza e semplificazione, queste le parole del presidente della Provincia autonoma Ugo Rossi.

Ma anche una “occasione di incontro e confronto, perché solo insieme, riconoscendo la reciproca appartenenza ad una comunità in continuo cammino, si cresce e si migliora”, sostiene il sindaco del Comune di Trento, Alessandro Andreatta.

Trento Smart City Week è anche vetrina ideale per l’eccellenza trentina. “Un’opportunità per raccontare un territorio ad autonomia speciale – spiega Sara Ferrari, assessora provinciale all’università e ricerca – che crede ed investe nella ricerca scientifica e così crea le condizioni di una innovazione tecnologica e sociale molto avanzata”, mentre l’assessora all’innovazione del Comune di Trento, Chiara Maule, evidenzia come “per rendere efficaci le parole ‘partecipazione, innovazione, trasparenza’ è necessario riempirle di racconti, esempi e buone pratiche”.

Le iniziative in campo ICT messe in campo dal Consorzio dei Comuni Trentini saranno al centro di diverse iniziative alla Smart City Week, come analizza il presidente Paride Gianmoena, puntando su “razionalizzazione di spesa, riuso di dati, nuove forme di comunicazione con il cittadino secondo i principi dell’open-government e servizi on-line di nuova generazione.

Innocenzo Cipolletta, presidente del Consiglio di amministrazione dell’Università di Trento, ribadisce invece il respiro internazionale della kermesse e con esso “la necessità di diffondere l’innovazione per rimanere competitivi sull’arena mondiale dei territori”. Innovazione, sia tecnologica sia sociale, che per il presidente della

Fondazione Bruno Kessler, Francesco Profumo, “può guidare i processi di pianificazione territoriale, favorire la ripresa economica e rendere la città più a misura di cittadino”.

La manifestazione, quindi, non si limita a favorire un uso appropriato della tecnologia bensì, come rileva Dario Petri, coordinatore di Ieee Smart Cities Initiatives, “si propone anche come occasione per riflettere e dare forma alla società del futuro”.