PAT * SABATO 22 E DOMENICA 23 SETTEMBRE LE ‘ GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO ‘: LE INIZIATIVE DELLA SOPRINTENDENZA PER I BENI CULTURALI

Sabato 22 e domenica 23 settembre. Giornate Europee del Patrimonio: le iniziative della Soprintendenza per i beni culturali.

 

 

“L’Arte di condividere” è il tema conduttore dell’edizione 2018 delle Giornate Europee del Patrimonio che si svolgeranno sabato 22 e domenica 23 settembre. All’iniziativa, promossa dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione europea, partecipa anche l’Ufficio beni archeologici della Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento con attività presso il Museo Retico di Sanzeno, il Museo delle Palafitte di Fiavé e lo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas. Le Giornate Europee si prefiggono di far apprezzare e conoscere a tutti i cittadini il patrimonio culturale e di incoraggiarli alla partecipazione attiva per la sua salvaguardia e trasmissione alle nuove generazioni. Anche nei siti trentini le giornate saranno occasione di incontro con gli archeologi che proporranno laboratori e visite guidate nell’ottica dell’inclusività e della condivisione delle conoscenze e dei saperi.

Nel fine settimana l’ingresso al S.A.S.S. lo Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, sotto piazza Cesare Battisti a Trento, sarà con tariffa ridotta con orario 9.30-13 e 14-18. A completamento del percorso nell’antica Tridentum romana è visitabile la mostra “Ostriche e vino. In cucina con gli antichi romani”. Venerdì 21 settembre alle ore 15.30 verrà proposto, in collaborazione con il Museo Diocesano Tridentino, “Alla scoperta di Tridentum la città sotterranea”, un itinerario archeologico nel centro di Trento, dal S.A.S.S. alla Basilica Paleocristiana. La quota di partecipazione è di 4 euro, previa prenotazione entro le ore 12 del giorno della visita al numero 0461 230171.

L’arte dei metalli nella preistoria è al centro dell’attività in programma domenica 23 settembre, alle ore 14.30, presso l’area archeologica Acqua Fredda al Passo del Redebus, tra l’altopiano di Pinè e la Valle dei Mocheni. “All’idea di quel metallo” prevede la visita guidata al sito con l’archeologa Luisa Moser a cui seguirà un laboratorio di archeologia sperimentale per scoprire i segreti della lavorazione dei metalli con Enrico Belgrado esperto di archeometallurgia. Infine Paola Barducci, accompagnatore di territorio, svelerà ai partecipanti aspetti curiosi e particolarità dell’area naturalistica che circonda il sito. La partecipazione è gratuita.

Nel corso delle due giornate sarà con tariffa ridotta l’ingresso al Museo Retico di Sanzeno (dalle ore 14 alle 18), dove domenica 23 settembre, alle ore 15 e alle 16.30, saranno effettuate due visite guidate gratuite sul tema “I Reti e le antiche genti della Val di Non”. I partecipanti, accompagnati da un archeologo potranno scoprire aspetti inediti e curiosità sulla vita quotidiana e sulla cultura dei Reti, la popolazione pre-romana che abitava la Val di Non nell’età del Ferro.

Visitabile con ingresso ridotto nel fine settimana, dalle ore 14 alle 18, anche il Museo delle Palafitte di Fiavé, che domenica 23 settembre, alle ore 15, propone la visita guidata gratuita “Racconti nella torba: l’importanza della torba per la popolazione di Fiavé, dall’estrazione per scopi domestici all’indagine archeologica”. Le torbe e i sedimenti lacustri dell’antico lago di Fiavé-Carera hanno conservato moltissime tracce e reperti utili per ricostruire numerosi aspetti di vita quotidiana nei villaggi preistorici, ma allo stesso tempo sono stati importanti risorse sociali ed economiche per la popolazione locale.