PAT * ORTI DIDATTICI: ATTIVATI I NUOVI PROGETTI TRIENNALI RIVOLTI ALLE SCUOLE DELL’INFANZIA E ALLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE (ALLEGATO PDF DA SITO CONSIGLIO PROVINCIALE)

Approvati oggi termini, criteri e modalità di partecipazione. Orti didattici: attivati i nuovi progetti triennali rivolti alle scuole dell’infanzia e alle istituzioni scolastiche del primo ciclo.

 

LEGGI PER VOI 423_web

 

Diffondere la cultura del verde e dell’agricoltura, sensibilizzare gli studenti rispetto al tema dell’alimentazione sana, promuovere la biodiversità e il rispetto dell’ambiente, sono queste in sintesi le finalità di un’iniziativa rivolta alle scuole dell’infanzia e alle istituzioni scolastiche del primo ciclo di istruzione per l’anno scolastico 2018/2019.

L’iniziativa mira ad incentivare la diffusione di orti didattici nel contesto scolastico.

A tal fine la Provincia ha stanziato oggi un contributo pari a 185.000 euro per il triennio destinato alle scuole, agli enti gestori e ai Comuni che vorranno attuare e promuovere progetti di questi tipo rivolti agli alunni.

In base a quanto previsto dalla legge provinciale 2 del 2018 la Provincia è chiamata a promuovere e sostenere la realizzazione di orti didattici quali spazi destinati alla coltivazione con finalità formative, attraverso modalità di apprendimento laboratoriali incentrate sulla pratica.

Con il provvedimento approvato oggi la Giunta provinciale autorizza un sostegno finanziario per le istituzioni scolastiche che realizzeranno un’apposita programmazione didattica, attraverso l’elaborazione di progetti educativi specifici.

I progetti, di durata triennale, dovranno contribuire a sviluppare negli alunni l’utilizzo di tecniche agricole, la consapevolezza sulla stagionalità dei prodotti, il rispetto del verde, i principi di una corretta alimentazione e l’educazione al biologico.

Per ottenere il finanziamento le scuole dovranno presentare i progetti educativi entro il 15 ottobre 2018 al Servizio infanzia e istruzione del primo grado tramite posta elettronica certificata all’indirizzo: