PAT * NEVICA INTENSAMENTE IN ALTA VAL RENDENA ED ALTA VAL DI SOLE; SULLE STRADE SI RACCOMANDA PRUDENZA PER FENOMENI LOCALIZZATI DI PIOGGIA GELATA

Per fenomeni localizzati di pioggia gelata. Sulle strade si raccomanda prudenza.

E’ ripreso a nevicare intensamente nella parte occidentale della provincia ed in particolare in alta Val Rendena ed alta Val di Sole.

Si registra un incremento del traffico lungo la SS 237 e la SS 239 da Ponte Caffaro verso Madonna di Campiglio e lungo la SS 43 della Valle di Non e nel tratto della SS 42 da Mostizzolo a salire verso le stazioni turistiche e di sport invernali della Val di Sole.

Per questo oltre al posto di controllo di Presson, nel comune di Dimaro Folgarida, a partire dalle ore 10.30 è stato attivato anche il posto di controllo di Carisolo. A partire dalle ore 11.00 è stato istituito il divieto di transito per autotreni ed autoarticolati nel tratto della SS 42 tra Fucine (Ossana) e Passo Tonale (Vermiglio).

La nevicata, in corso dal tardo pomeriggio di ieri, ha interessato maggiormente la parte occidentale e settentrionale del territorio provinciale dove la quota neve si è abbassata fino a circa 300 metri, mentre ad est si è registrata pioggia mediamente fino a 600-800 metri.

Nel fondovalle, a quote superiori ai 600 metri sono caduti tra i 5 ed i 10 centimetri, mentre più in quota, sui passi dolomitici, nelle zone di Passo Tonale e Madonne di Campiglio la coltre nevosa ha raggiunto spessori tra i 15 ed i 25 centimetri.

Le strade principali sono transitabili, senza particolari difficoltà nel fondovalle, dove peraltro si raccomanda di viaggiare con prudenza per fenomeni localizzati di pioggia gelata. E’ richiesta l’attrezzatura invernale montata a quote superiori agli 800 -1000 metri.

 

*

Questo è il dettaglio della situazione registrata alle ore 9.00

Strade sett 1 – ALTA VALSUGANA
Quota neve a circa 1000/1100 metri
Particolare attenzione lungo la S.S. 47 della Valsugana possibile presenza di fenomeni localizzati di pioggia gelata.
Altopiano di Pinè, Panarotta e alta Val dei Mocheni 10 cm di neve.
Altopiano di Lavarone e Luserna 15 cm di neve.

 

Strade sett 4 – TRENTO – MONTE BONDONE – PAGANELLA
Quota neve oltre 1000/1100 metri.
S.P. 85 del Monte Bondone in Loc. Vason – Viote caduti circa 20 cm di neve.
Nell’altopiano della Paganella circa 15 20 cm di neve.

 

Strade sett 8 – VALLAGARINA E ALTOPIANO DI FOLGARIA
Quota neve oltre 1100/1200 metri
Caduti circa 10 -15 cm di neve nelle seguenti località:
Zona Folgaria – Passo Coe.
Zona Brentonico – San Valentino – Monte Baldo.
Alta Vallarsa – Pian delle Fugazze.

 

Strade sett 5 – VAL DI NON E SOLE
Nelle valli di Non e Sole nevica a quote superiori a 700-800 metri.
Non si registrano particolari problemi per la viabilità nel fondovalle, mentre è richiesta l’attrezzatura invernale montata a quote superiori a 800-1000 metri.
Per questo è stato attivato il posto di presidio di Presson (Comune di Dimaro Fogarida).

 

Strade sett 6 – VALLI GIUDICARIE – VAL RENDENA
La nevicata ha riguardato principalmente l’alta Val Rendena.
Al momento sta nevicando debolmente in Val Rendena; sono caduti circa 25 cm di neve a Passo Campo Carlo Magno.
Tutte le strade sono transitabili; è richiesta l’attrezzatura invernale montata sul tratto della SS 239 tra Carisolo e Campo Calo Magno.

 

Strade sett 7 – ZONA ALTO GARDA, VAL DI LEDRO E VAL DI GRESTA
La nevicata ha riguardato essenzialmente le zone a quote superiori a 800 -1000 metri; sono caduti circa 15 cm di neve in località Viote del M. Bondone.
Non si registrano problemi per la viabilità.
Al momento nevica debolmente a quote superiori a 1.000-1.200 metri.

 

Strade sett 2 – BASSA VALSUGANA E PRIMIERO

Strade tutte percorribili con la dovuta prudenza.
Particolare attenzione lungo la S.S. 47 della Valsugana per presenza di fenomeni localizzati di pioggia gelata.
Passo Rolle e Brocon 20-25 cm di neve.

 

Strade sett 3 – VALLI DI FIEMME E FASSA

Sono caduti 5-10 cm di neve nel fondo valle di Fiemme e Fassa; 15-20 sui passi dolomitici.
Al momento non si registrano particolari problemi per la viabilità, è peraltro richiesta attrezzatura inverale montata a quote superiori ai 1.100-1.200 metri.