PAT * MIGLIORAMENTO EFFICIENZA ENERGETICA: CONCLUSA DA ITEA SPA L’ANALISI DI CONVENIENZA SULL’INSTALLAZIONE DEI CONTABILIZZATORI

Conclusa da Itea Spa l’analisi di “convenienza” sull’installazione dei contabilizzatori, al via l’informativa per i proprietari. Otterranno concreti benefici grazie all’adeguamento alle misure sul miglioramento dell’efficienza energetica

Al via nei prossimi giorni l’informativa di Itea Spa ai proprietari che otterranno un risparmio con le misure sul miglioramento dell’efficienza energetica, a seguito dell’analisi di “convenienza” condotta sull’installazione dei contabilizzatori . Gli edifici in gestione Itea, che rientrano nelle caratteristiche individuate dal Decreto 102/2014 sono 672; di questi il 46% è già dotato di contabilizzazione, mentre, dei rimanenti non ancora adeguati il 29% risulta di proprietà mista Itea/comuni e l’altro 25% di proprietà mista (Itea/proprietari privati).

Proprio su questi ultimi è stata conclusa l’analisi di “convenienza” dell’operazione ponendo a confronto i costi di installazione, l’esercizio e la manutenzione dei dispositivi di termoregolazione e la contabilizzazione del calore con i risparmi energetici presumibilmente ottenibili dagli stessi.

In questi mesi, al fine di approfondire alcuni aspetti della normativa e valutare gli effetti sugli utenti assegnatari di alloggi di edilizia sociale del D.Lgs. 102/2014, che prevede una serie di misure per il miglioramento dell’efficienza energetica ed in particolare l’installazione di sistemi di termoregolazione e contabilizzazione individuale del calore e dell’acqua calda sanitaria, Itea Spa si è mossa su due fronti.

Da un lato si è attivata con gli altri Istituti delle Case Popolari a livello nazionale ed ha inviato al Governo ed ai ministeri interessati delle specifiche richieste di chiarimento, mentre sul fronte operativo si è attivata per individuare le soluzioni tecnicamente attuabili per dare risposta alle richieste normative e al tempo stesso far in modo che l’installazione dei contabilizzatori venga effettuata solo in quegli edifici dove la convenienza e la garanzia di un risparmio, in termini economici ed energetici, siano reali sia per Itea che per i proprietari privati.

Gli edifici in gestione Itea, che rientrano nelle caratteristiche individuate dal Decreto e dunque da prendere in considerazione, sono 672. Quelli non ancora adeguatisi alle nuove misure sono per il 29% di proprietà mista Itea/comuni e per l’altro 25% di proprietà mista (Itea/proprietari privati). Ed è su questi ultimi edifici che è stata conclusa l’analisi di “convenienza” dell’operazione ponendo a confronto i costi di installazione, l’esercizio e la manutenzione dei dispositivi di termoregolazione e la contabilizzazione del calore con i risparmi energetici presumibilmente ottenibili dagli stessi.

Con questa analisi Itea Spa è riuscita ad individuare i soggetti che realmente otterranno un risparmio grazie all’installazione del sistema di termoregolazione e contabilizzazione indiretta del calore. Gli edifici interessati dagli interventi saranno, dunque, 36 per rispettive 210 unità immobiliari.

In questo modo l’impegno economico sarà di circa 300.000 euro (€ 1400/unità immobiliare) contro i 4 milioni di euro conteggiati nel caso in cui non fosse stata effettuata la verifica. Ma gli interventi per il miglioramento dell’efficienza energetica andranno avanti. Come già annunciato in occasione della presentazione dell’utile di bilancio, Itea Spa intende puntare ed investire le somme a disposizione in interventi di riqualificazione energetica sugli edifici esistenti. Ciò significa che una volta effettuati gli interventi di riqualificazione, nell’immobile riqualificato verranno installati di default anche i contabilizzatori.

Nei prossimi giorni partiranno le lettere per informare i i proprietari residenti negli immobili dotati di impianto centralizzato e sprovvisti di sistemi di contabilizzazione circa l’esito dell’indagine. Nel caso in cui l’intervento di installazione del sistema di termoregolazione e contabilizzazione indiretta del calore, così come descritto nel punto c) Art.9 comma 5 del D.Lgs. 04/07/2014 n.102 e s.m.i., risulta essere NON CONVENIENTE IN TERMINI DI COSTI si prevede di derogare dall’obbligo di installazione del sistema imposto dal Decreto. I proprietari potranno richiedere la documentazione relativa alle valutazioni al Settore Tecnico di Itea Spa al quale potranno indirizzare eventuali osservazioni entro 15 giorni dalla ricezione della comunicazione.

Se invece l’intervento risulta CONVENIENTE IN TERMINI DI COSTI e pertanto non è possibile derogare dall’obbligo di installazione del sistema imposto dal Decreto, i proprietari vengono informati sui tempi e sulle modalità di esecuzione dei lavori di installazione del sistema di termoregolazione e contabilizzazione indiretta del calore che avverranno alla fine di questa stagione di riscaldamento (da marzo/aprile in poi).

Si allega una disamina utile per ripercorrere l’iter normativo, fornire un quadro generale sugli edifici oggetto dell’intervento e sulle azioni del piano operativo di Itea Spa.