PAT * IL PRESIDENTE ROSSI INCONTRA A ROMA LA MINISTRA STEFANI: AL CENTRO DEL COLLOQUIO ANCHE IL TEMA DEI GRANDI CARNIVORI

Al centro del colloquio anche il tema dei grandi carnivori. Il presidente Ugo Rossi incontra la neo ministra Erika Stefani: emersa una chiara volontà di dialogare e collaborare.

Confronto, collaborazione e volontà di dialogo per affrontare le principali questioni aperte, legate allo sviluppo e al rinnovamento dell’Autonomia Speciale. È quanto è emerso oggi a Roma nel corso di un incontro fra il presidente della Provincia autonoma di Trento, Ugo Rossi e la nuova ministra agli affari regionali, Erika Stefani, al quale ha partecipato anche il governatore dell’Alto Adige, Arno Kompatscher.

“E’ stato un primo colloquio – ha detto Rossi al termine – nel corso del quale è emersa una positiva volontà di piena collaborazione e di comprensione delle ragioni e peculiarità del sistema di autogoverno trentin

o. La ministra – ha aggiunto – si è mostrata attenta ai temi legati alla nostra Autonomia, citandoci come esempio positivo per il resto d’Italia”.

Per quanto riguarda le questioni concrete e di maggiore attualità, Rossi, Kompatscher e la Stefani hanno parlato degli importanti sforzi che Trentino e Alto Adige garantiscono in termini di contributo alla finanza pubblica nazionale, degli aspetti finanziari che riguardano il rapporto tra lo Stato e le due Province, ma anche della questione legata alla gestione dei grandi carnivori e alla competenza sull’ambiente.

“Abbiamo informato la ministra – evidenzia Rossi – che sia Bolzano che Trento stanno legiferando su questi temi. Non abbiamo incontrato chiusure, ma la disponibilità ad approfondire le questioni e a dialogare in maniera costruttiva e collaborativa.

Infine, abbiamo manifestato alla Ministra – conclude Rossi – la disponibilità a partecipare in modo propositivo alla discussione e alle iniziative sul tema del regionalismo differenziato, mettendo a disposizione il nostro modello e le nostre buone pratiche in un’ottica di apertura, solidarietà e dinamicità”.