PAT * FONDO STRATEGICO TERRITORIALE: I PROGETTI DELLA VALLAGARINA, PREVISTI INTERVENTI PER OLTRE 8 MILIONI DI EURO

Fondo strategico territoriale: i progetti della Vallagarina. Approvato dalla Giunta l’Accordo di programma con la Comunità e i Comuni. Previsti interventi per oltre 8 milioni di euro. Con un provvedimento proposto dall’assessore agli enti locali Carlo Daldoss, la Giunta provinciale ha approvato l’accordo di programma per la Comunità della Vallagarina relativo agli interventi finanziati dal fondo strategico territoriale.

Il documento prevede in totale finanziamenti per circa 6.792.000 euro (ai quali si aggiunge una somma di circa 1.359.000 euro a titolo di compartecipazione dei comuni interessati) che serviranno per vari interventi sul territorio, scelti come particolarmente importanti per lo sviluppo locale, attraverso un percorso partecipativo seguito dall’Autorità per la partecipazione locale, istituita dalla Giunta provinciale nel 2016.

“Anche per questo territorio – sottolinea l’assessore Daldoss – si completa, con l’adozione formale dell’accordo di programma, un processo articolato che ha portato, con il contributo attivo della comunità, ad individuare gli interventi ritenuti particolarmente importanti per contribuire allo sviluppo equilibrato del territorio. Si è deciso in particolare di intervenire sui collegamenti ciclopedonali, e su altre opere che renderanno ancora più attrattivo il territorio della Vallagarina”.

Sono numerosi gli interventi che saranno realizzati dando attuazione all’accordo di programma: dal 1° lotto preliminare per la realizzazione del centro sportivo polivalente a S.Giacomo e Brentonico al recupero e riqualificazione dell’area Lavini a Rovereto, dai nuovi tratti di piste ciclabili nei comuni della Vallagarina alla creazione di nuovi sentieri ed aree sosta, da una serie di passerelle sul torrente Leno al progetto di recupero e rinascita incentrato sul tema della seta a Villa Lagarina fino alla riqualificazione del sito geologico della “Giazera” a Ronzo Chienis.

In area di inseribilità sono collocati gli interventi di completamento dei progetti di cui sopra, una serie di altri interventi che puntano al collegamento dei castelli e di percorsi già esistenti al fine di permettere continuità fra Destra Adige, Sacco, Mori e Val di Gresta, il collegamento Destra/Sinistra Adige su rotatoria a Villa Lagarina, la rigenerazione dell’areale per parcheggio a Mori stazione (futuro centro intermodale) e la riqualificazione della casa sociale di Loppio con trasformazione in centro polifunzionale.