PAT * FONDAZIONE FRANCO DEMARCHI: SONO IN ARRIVO ULTERIORI 480 MILA EURO CHE VERRANNO DESTINATI AL PROGETTO DI RICERCA SUL “DOPO DI NOI”

Sono in arrivo ulteriori 480.000 euro, di cui 460.000 sull’esercizio 2018 e i rimanenti sul 2019, per la Fondazione Franco Demarchi, che verranno destinati al progetto di ricerca sul “dopo di noi”, alla sperimentazione di nuovi modelli di amministrazione condominiale sociale, nonché all’integrazione di nuove attività di competenza dell’Agenzia per la famiglia sui temi delle politiche giovanili e familiari, e del servizio civile.

E’ quanto prevede la modifica dell’accordo triennale con la Fondazione Franco Demarchi, approvata ieri dall’esecutivo su proposta dell’assessore alla salute e politiche sociali, Luca Zeni: “Nel mese di novembre la Giunta provinciale ha approvato il disegno di legge sul ‘Dopo di noi’, che punta a garantire la massima autonomia e indipendenza delle persone con disabilità grave, per favorire il loro benessere e la piena inclusione sociale, anche quando vengono a mancare i parenti che li hanno seguiti fino a quel momento – commenta l’assessore -.

L’aggiornamento dell’accordo con la Fondazione, contiene, fra le molte azioni, anche una ricerca propedeutica alla realizzazione di realtà abitative condivise innovative rivolte agli utenti disabili”.

Fra le nuove attività che metterà in campo la Fondazione Demarchi vi è appunto la ricerca su forme di cohousing e disabilità, che prevede uno studio sull’abitare e il co-abitare, nonché l’analisi di alcuni casi concreti di cohousing applicato alla coabitaizone di disabili, allo scopo di proporre un modello di sintesi da cui attingere per future sperimentazioni.

Altro ambito riguarderà la sperimentazione di nuovi modelli di aministrazione condominiale sociale, che prenderà le mosse da una ricerca sulla dimensione quantitativa del fenomeno abitativo condominiale trentino e da interviste a interlocutori a livello locale.

Con lo stesso dispositivo la Giunta provinciale ha anche approvato il bilancio previsionale triennale 2018-2020 della Fondazione Demarchi.