MUSE: LE STRATEGIE PER IL 2020

Consegnati i nuovi alloggi a canone sostenibile realizzati nell’abitato di Marco di Rovereto. Questa mattina 31 famiglie Itea hanno ricevuto le chiavi delle loro nuove abitazioni.

Questa mattina sono stati inaugurati nel Comune Rovereto i 31 alloggi di edilizia residenziale pubblica ottenuti dalla nuova costruzione realizzata da Itea Spa a nord dell’abitato di Marco. A dare il benvenuto ai nuovi nuclei assegnatari degli alloggi a canone sostenibile il presidente di Itea Spa Salvatore Ghirardini, accompagnato dal neo direttore generale Stefano Robol, dai vertici e dai tecnici della Società, il vicepresidente nonché assessore all’urbanistica, ambiente e cooperazione della Provincia autonoma di Trento, Mario Tonina, l’assessore all’urbanistica, patrimonio e cultura del Comune di Rovereto, Maurizio Tomazzoni e l’assessore all’Edilizia abitativa pubblica e agevolata della Comunità Vallagarina, Roberto Bettinazzi.

Trentuno famiglie assegnatarie degli alloggi a canone sostenibile realizzati da Itea Spa nell’abitato di Marco e provenienti dalla graduatoria stilata dalla Comunità Vallagarina, questa mattina hanno ricevuto le chiavi delle loro nuove abitazioni.

“Siamo lieti di inaugurare questa nuova costruzione, realizzata grazie alla collaborazione ed al contributo concessi dalla Provincia alla quale va il nostro ringraziamento, e di consegnare le chiavi dei nuovi alloggi a 114 persone che a partire da domani potranno programmare la loro vita con maggiore serenità – queste sono state le parole di apertura del presidente Itea, Salvatore Ghirardini, della cerimonia di consegna dei 31 alloggi che si è tenuta questa mattina in vai San Romedio 31 in loc. Marco di Rovereto.

Nel ricordare come la casa pubblica sia un bene di tutti che richiede il rispetto delle regole nella conduzione del proprio alloggio e degli spazi comuni, il presidente dell’Istituto, rivolgendosi ai nuclei, ha poi aggiunto – “Come Itea, nel costruire queste nuove abitazioni, abbiamo posto particolare attenzione ai dettagli costruttivi e agli aspetti energetici in grado di assicurarvi una buona qualità dell’abitare, ora è vostro compito averne cura e impegnarvi nel costruire delle relazioni positive che tengano conto dei diversi stili di vita di ciascuno di voi che devono essere comunque rispettosi degli altri, dimostrando una certa sensibilità indispensabile per favorire una serena convivenza all’interno dell’edificio”.

La proposta progettuale eseguita da Itea Spa ha portato alla costruzione del nuovo edificio che da un punto di vista architettonico ricalca le indicazioni del piano attuativo rispettando tipologia, numero dei piani e superfici e che dal punto di vista della sostenibilità ha raggiunto elevate qualità che garantiranno un sicuro risparmio energetico e dunque dei consumi per l’utenza. L’impianto dell’edificio è a “L”, i due corpi formano uno spazio racchiuso destinato a spazio pubblico adibito a verde attrezzato e il rimanente verde è di pertinenza dei nuovi alloggi. La tipologia costruttiva, le finiture ed in particolare le sistemazioni esterne sono state improntate ponendo la massima attenzione alla sostenibilità ambientale, al risparmio energetico e alla qualità dell’abitare interno. L’edificio è infatti certificato classe energetica B, e comprende alloggi di classe energetica A, B+, B e due C.

Nel corso della cerimonia, i nuovi abitanti della comunità di Rovereto hanno ricevuto il benvenuto dall’assessore all’urbanistica, patrimonio e cultura del Comune di Rovereto, Maurizio Tomazzoni e dall’assessore all’ Edilizia abitativa pubblica e agevolata della Comunità Vallagarina,Roberto Bettinazzi, con l’augurio di cogliere le opportunità offerte dalla comunità di Marco che è dotata di tutti i servizi , dal centro sportivo al parco, in grado di offrire una qualità della vita collettiva molto elevata.

La parola è passata poi al vicepresidente nonché assessore all’urbanistica, ambiente e cooperazione della Provincia autonoma di Trento, Mario Tonina, che ha portato i saluti dell’assessore all’edilizia abitativa, Stefania Segnana, assente per sopraggiunti impegni istituzionali, e dando il benvenuto a nome della Provincia alle famiglie presenti e nel ricordare come questa sia stata sempre sensibile alle tematiche della casa, ha ringraziato Itea Spa per l’attenzione dimostrata nella realizzazione di tale struttura verso i principi di sostenibilità ambientale e di risparmio energetico, che garantiranno complessivamente qualità alle persone che vi abiteranno. Itea infatti è portatrice di un messaggio sostenibile verso l’intera comunità trentina da sempre attenta alle tematiche ambientali.

La cerimonia si è conclusa con un ringraziamento da parte del presidente di Itea Spa Salvatore Ghirardini, accompagnato dal neo direttore generale Stefano Robol e dai membri del consiglio di amministrazione della Società, a tutti coloro che lavorano in Itea a vario titolo e in particolare al team del Settore Tecnico di Itea Spa che ha diretto i lavori e ai soggetti che hanno contribuito alla realizzazione della nuova costruzione. In particolare la direzione lavori è stata diretta dall’ing. Massimo Giovannini in collaborazione con i geometri Paolo Maffei e Adriano Nicolodi; la progettazione preliminare e definitiva è stata curata dall’arch. Ivo Zanella coadiuvato dal geom. Ivan Michelon, mentre la progettazione esecutiva è stata seguita dall’arch. Ruffo Wolf. L’assistenza in cantiere per la parte impiantistica è stata curata dal p. ind. Patrizio Cesarini Sforza. L’impresa appaltatrice è la Pretti & Scalfi S.p.A. con sede in Tione di Trento (TN).