PAT * ” DENUNCIATO DAL PERSONALE DEL CORPO FORESTALE UN CACCIATORE DELLA RISERVA DI RONCONE-LARDARO, OPERAZIONE ANTI BRACCONAGGIO NEL CHIESE “

Denunciato, dal personale del Corpo forestale, un cacciatore della riserva di Roncone/Lardaro. Operazione anti bracconaggio nel Chiese.

Operazione anti bracconaggio nel Chiese. Denunciato, dal personale del Corpo forestale, un cacciatore della riserva di Roncone/Lardaro. Sequestrati due fucili, un silenziatore, due reti per la cattura di uccelli e munizioni.

Nella serata di domenica 14 ottobre, durante un servizio congiunto tra il personale del Corpo forestale della Provincia autonoma di Trento, in servizio presso la Stazione forestale di Tione, e il personale dell’Associazione Cacciatori Trentini, finalizzato al controllo dell’attività venatoria in località Cap, nel comune di Sella Giudicarie, è stato trovato un cacciatore di 62 anni della locale riserva di Roncone-Lardaro, impegnato durante una battuta di caccia, che era in possesso di munizioni illecite.

Al momento del fermo il cacciatore ha opposto resistenza agli agenti ed è riuscito momentaneamente a sottrarsi al controllo, fuggendo nel vicino bosco e facendo perdere le proprie tracce.

Successivamente, anche con la partecipazione dei Carabinieri della Stazione di Tione, il cacciatore è stato rintracciato poco distante dal luogo dell’accaduto. In seguito ai fatti accertati il personale forestale ha sentito il Pubblico Ministero e si è proceduto alla perquisizione della residenza del fermato.

L’esito delle operazioni ha portato al sequestro di due fucili da caccia, un silenziatore, due reti per la cattura di uccelli e munizioni. Il cacciatore è stato pertanto segnalato all’Autorità giudiziaria per i reati di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e detenzione illegale di parti di armi.