PAT – DALDOSS * OSPITALIA: ” IL TERRITORIO È LO SPECCHIO DI CHI CI ABITA E SE È OSPITALE ANCHE GLI ABITANTI LO SONO “

A Levico nelle serre del Parco asburgico continua la tre giorni dedicata ad Ospitalia . Daldoss, “Ospitalità, vuol dire anche volontà di farsi contaminare”.

“Il territorio è lo specchio di chi ci abita – ha esordito l’assessore alla coesione territoriale, urbanistica, enti locali ed edilizia abitativa Carlo Daldoss intervenendo ai lavori di ‘Ospitalia’ -, se c’è attenzione ed è ben curato, è ospitale e anche gli abitanti lo sono, se un territorio è abbandonato vuol dire che in termini sociali ed economici quel territorio fatica, chi ci abita, faticherà altrettanto.

Perchè ci sia coesione sociale, perchè le persone possano essere ospitali queste due strade devono correre parallele”. Tanti i ragazzi e le ragazze, i loro insegnanti e il mondo del turismo (non solo provinciale), presenti all’evento. Sei i centri di formazione professionale oltre a quelli del Trentino, anche dalla Lombardia, Romagna, Friuli Venezia Giulia e Slovenia

Prima dell’intervento dell’assessore Carlo Daldoss, Federico Samaden ha riassunto il senso di ‘Ospitalia’ e ha posto l’attenzione sull’esigenza di ripensare ai tanti significati della parola ospitità, ai suoi valori che sono indispensabili per far star bene le persone. Seduto al tavolo dei relatori anche Giovanni Zonin direttore della Scuola centrale di formazione che ha posto l’attenzione sull’importanza di sostenere gli sforzi per educare i ragazzi

L’assessore Daldoss ha evidenziato come “momenti di confronto come questi siano molto importanti per ciascuno e per i giovani in particolare. Occcasioni che mettono in correlazione l’ospitalità con il territorio, che diventa il centro delle discussioni. Il confronto è molto importante perchè la somma delle individualità fa coralità e produce un valore.

La Provincia autonoma ha investito molto sull’aspetto paesaggistico, sulla cura del territorio sul ripristinare anche una varietà del territorio e stiamo investendo sull’attività che riguarda la cura dell’edificato in Trentino (in queste settimane si apriranno i bandi) in particolar modo per i centri storici.

Finanziamenti per il recupero delle facciate, degli anditi, delle pertinenze tutto qello che è percettibile agli occhi, perchè la cura del territorio rappresenta il nostro specchio, la nostra anima e anche tutto quanto abbiamo sedimentato, anche storicamente, e quindi il territorio è un un elemento strategico per il futuro del Trentino