PAT * convegno Confartigianato Trasporto Trento: Fugatti, “Subito il tavolo con artigiani e trasportatori per rilancio del settore “

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

Il presidente ha partecipato nella mattinata di oggi al convegno organizzato da Confartigianato Trasporto Trento. Fugatti: “Subito il tavolo con artigiani e trasportatori per rilancio del settore”.

“L’artigianato ed i trasporti sono settori strategici per il Trentino e la nuova giunta intende sostenere centinaia di aziende trentine che in questi anni di crisi hanno creduto e investito per garantire sviluppo e occupazione alla nostra terra”. Il presidente della Provincia autonoma Maurizio Fugatti ha aperto stamani a Trento il convegno “Trasporto di merci e di persone. Assieme nel futuro”, organizzato dall’Associazione artigiani Trentino.

Ai lavori hanno preso parte anche il presidente nazionale di Confartigianato Trasporti, Amedeo Genedani, il presidente dell’associazione artigiani del Trentino, Marco Segatta; il presidente di A22, Luigi Olivieri; gli assessori provinciali Giulia Zanotelli (Agricoltura) e Roberto Failoni (Artigianato).

L’incontro di Trento di Confartigianato Trasporti è stato dedicato ad alcuni temi specifici della categoria degli autotrasportatori, quali le infrazioni più comuni rilevate nei controlli alle imprese, la fatturazione elettronica e gli sviluppi tecnologici di mezzi e strade. In apertura, il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti ha ricordato la centralità dei temi economici nel prossimo programma di giunta.

“L’esecutivo vuole aprire da subito – ha continuato il presidente Fugatti – un tavolo con gli operatori dei trasporti per affrontare insieme i problemi ma anche le opportunità future. Nel nostro programma ci sono impegni precisi su temi che impattano sul trasporto per quanto riguarda la concessione della A22, il corridoio del Brennero e la Valdastico. Certo – ha concluso Fugatti – anche noi siamo favorevoli all’alternativa rotaia gomma ma dobbiamo pensare che in ogni caso le merce devono girare sui territori dove la ferrovia non arriva”.

Secondo i dati forniti da Marco Segatta, presidente degli Artigiani del Trentino, il settore conta in Trentino ben 740 aziende di trasporto merci e persone, con 1860 dipendenti. “Dopo dieci anni di crisi – ha spiegato Segatta – il settore registra un saldo positivo sia per quanto riguarda l’occupazione (+5%), sia in termini di aumento di fatturato (+3%)”. Altro aspetto, su cui ha posto l’attenzione Segatta, è quello del reperimento di manodopera qualificata.

L’apertura a discutere sui problemi del settore del trasporto trentino è venuta dell’assessore provinciale all’artigiano, Roberto Failoni, presente ai lavori: “E’ un onore per me la delega all’artigianato perché credo che rappresenti il cuore dell’economia trentina. Insieme troveremo il modo di confrontarci e dare concretezze alle azioni che serviranno per migliorare il settore e garantire lo sviluppo del Trentino”.