PAT * CONSEGNATE LE CHIAVI ALLE PRIME SEI FAMIGLIE DEL SECONDO LOTTO QUARTIERE “MARNIGHE” A COGNOLA

Consegnate le chiavi alle prime 6 famiglie del secondo lotto del quartiere “Marnighe” a Cognola. Quest’oggi sono 6 le famiglie che hanno ricevuto le chiavi delle loro nuove abitazioni realizzate da Itea Spa nel cuore di Cognola, il sobborgo residenziale del capoluogo trentino che si eleva naturalmente a ventaglio sulle pendici del monte Calisio.

Presenti all’inaugurazione degli alloggi il presidente di Itea Spa, Salvatore Ghirardini, che ha portato i saluti dell’assessore provinciale Carlo Daldoss, assente per sopraggiunti impegni istituzionali, i tecnici e gli amministratori della Società di edilizia pubblica, l’assessora comunale Mariachiara Franzoia accompagnata da Irlanda Belli, dirigente dell’Ufficio Casa e Residenze protette del comune di Trento ed il presidente della Circoscrizione Argentario, Armando Stefani.

“Oggi non solo diamo risposta al bisogno casa espresso dalle famiglie in graduatoria nel capoluogo trentino – ha dichiarato con soddisfazione il presidente di Itea Salvatore Ghirardini ad apertura della cerimonia di consegna dei 6 primi alloggi – ma festeggiamo la conclusione dei lavori del 2^ lotto, portando a compimento la riorganizzazione urbanistica e sociale dell’intera area delle Marnighe prevista dal Piano attuativo comunale”.

Dopo la consegna dei primi 36 alloggi nel 2009 e la realizzazione del centro civico, di un asilo nido, delle strutture sportive e di una nuova viabilità con relativi parcheggi, oggi, è stata la volta del taglio del nastro dei primi alloggi realizzati in uno dei due edifici compresi nel’intervento del secondo lotto dell’area Marnighe.

Ad aprire la cerimonia di consegna degli alloggi a canone sociale, che si è tenuta stamane alle ore 11 in via Carlo e Valeria Jülg 6, in località Cognola a Trento, il presidente di Itea Spa, Salvatore Ghirardini, che ha portato i saluti dell’assessore provinciale all’edilizia abitativa, Carlo Daldoss, assente per sopraggiunti impegni istituzionali.

“È con soddisfazione che oggi inauguriamo i primi 6 alloggi che danno risposta alle famiglie in attesa dell’assegnazione di un alloggio pubblico nel Comune di Trento – ricorda il presidente Ghirardini – ed è a queste stesse famiglie che rivolgo il mio benvenuto e al tempo stesso un auspicio ovvero di avere cura del bene che vi viene consegnato realizzato secondo i dettami costruttivi più moderni ed in grado di garantire, grazie alle classi energetiche raggiunte, bassi consumi.

Queste case, grazie all’attenzione nella realizzazione, sono un ottimo punto di partenza per rendere ottimale la qualità del vostro abitare. Ma questo può dipendere solo da voi e dal vostro impegno ”

In fase di progettazione, particolare attenzione è stata riservata agli aspetti riguardanti il risparmio energetico ed alle direttive provinciali in materia. Gli alloggi raggiungono classi energetiche B+ e A+ in grado di garantire dunque ai nuclei che vi abiteranno dei costi di gestione contenuti.

Inoltre la tipologia costruttiva, le finiture ed in particolare le sistemazioni esterne sono state improntate ponendo la massima attenzione alla sostenibilità ambientale, al risparmio energetico e alla qualità dell’abitare interno ed esterno.

Ad accogliere le famiglie che hanno ricevuto le chiavi delle loro nuove abitazioni, erano presenti l’assessora comunale Mariachiara Franzoia, accompagnata da Irlanda Belli, dirigente dell’Ufficio Casa e Residenze protette del comune di Trento, che ha voluto rivolgere a nome dell’amministrazione comunale un benvenuto alle famiglie provenienti dalle graduatorie stilate dal Comune augurando loro una buona abitazione ed ha voluto ringraziare Itea Spa per la qualità della realizzazione.

Anche il presidente di Circoscrizione, Armando Stefani, ha rivolto il parole di benvenuto ai nuovi residenti della comunità dell’Argentario accogliendoli come nuove risorse per la comunità ed invitandoli, dunque, a partecipare alla vita della circoscrizione.

L’intervento del 2^ lotto delle Marnighe, oltre alla costruzione dei due immobili per complessivi 18 appartamenti con dimensioni che variano da 43 m2 ai 106 m2 (accessibile per nuclei con persone portatrici di handicap) e dei posti macchina ricavati nei garage e negli spazi aperti, comprende anche la realizzazione di sale ad uso sociale per favorire la socializzazione collettiva.

L’architetto Claudio Martinelli, progettista e direttore lavori per Itea Spa dell’intero cantiere delle Marnighe, ha voluto ripercorrere la storia del compendio che si concluderà, ad inizio del nuovo anno, quando verrà consegnato il secondo e ultimo edificio, “F”, comprensivo di 12 alloggi destinati alla locazione a canone moderato.

Il ringraziamento va al team tecnico di Itea Spa che ha seguito: la progettazione preliminare e definitiva e la direzione lavori, affidate all’arch. Claudio Martinelli, l’assistenza cantiere, curata dal geom. Dario Baldo e per la parte impiantistica dal p.ind. Patrizio Cesarini Sforza. Anche l’incarico della progettazione esecutiva è stato affidato all’arch. Bruno Sandri e all’arch. Claudio Martinelli di Itea Spa. L’impresa appaltatrice è la Mak Costruzioni Srl di Lavis (Tn).