PASSAMANI * ODG DISCUSSIONE DI BILANCIO: “IL TRENTINO UTILIZZI SISTEMI INNOVATIVI PER SOSTENERE E TUTELARE LE IMPRESE TURISTICHE”

Proposta di ordine del giorno del Capogruppo UpT Gianpiero Passamani – condivisa dai colleghi Tonina e De Godenz – che verrà presentata nella discussione di Bilancio della prossima settimana.

Partendo dalla costatazione di come i cambi climatici e la gestione errata delle informazioni ad essi riferiti possano incidere negativamente sull’indotto del comparto turistico trentino – fondamentale volano dell’economia della nostra provincia autonoma – il consigliere Passamani invita la Giunta provinciale ad impegnarsi nel trovare nuove soluzioni innovative e all’avanguardia in modo da giungere alla definizione di quello che potrebbe essere definito un Codipra del turismo.

In particolare la richiesta è quella di valutare la possibilità di incentivare e sostenere strumenti innovativi quali polizze collettive, fondi mutualistici, assicurazioni convenzionate legate ai dati raccolti da centraline di riferimento per dare garanzie alle imprese turistiche e dell’indotto e di individuare soluzioni davvero innovative che permettano alle aziende turistiche di tutelarsi economicamente rispetto ai mancati incassi, alle riduzioni di business dovuti a effetti negativi del maltempo, anche nei confronti dei clienti – il cosiddetto “danno da vacanza rovinata.”

 

*

PROPOSTA DI ORDINE DEL GIORNO

I cambiamenti climatici in atto a livello globale, la violenza e l’imprevedibilità dei fenomeni meteorologici in un territorio di montagna e composto da valli articolate e sottoposte a correnti e flussi d’aria complessi, le previsioni del tempo a volte imprecise rilanciate da siti web nazionali e internazionali incidono sempre di più sulle attività turistiche nella nostra Provincia, sia nella stagione estiva che in quella invernale e, in ottica di una progressiva destagionalizzazione del turismo trentino, anche in primavera e in autunno.

Una analogia con il comparto della produzione agricola è palese. L’estate 2014, ad esempio, come si ricorderà, si è rivelata eccezionalmente piovosa, il luglio 2015 particolarmente caldo, l’inverno 2016/2017 avaro di precipitazioni e tutto il 2017 caratterizzato da temperature miti, superiori alla media, e scarse precipitazioni, salvo alcune peraltro violente grandinate nel mese di agosto. Gli agenti atmosferici (nubifragi, grandine, piogge persistenti, vento, bombe d’acqua, temperature fuori norma, assenza di precipitazioni nevose), sempre più spesso, purtroppo, costituiscono un elemento di mancati ricavi per gli esercenti di strutture turistiche (alberghi, rifugi, bar/risotranti di località turistiche e in quota, case vacanza, baite, campeggi, agricampeggi, maneggi, impianti di risalita, stabilimenti balneari, acropark, parchi avventura, ski-area, attività di noleggio natanti/bike/attrezzature sport outodoor).

La sempre maggiore casualità dei fenomeni meteorologici è oggi un dato di fatto. Nel campo dell’agricoltura esiste da tempo il Codipra e sussistono diverse forme di assicurazione da danno meteorologico per aziende e produttori agricoli.

Il momento in cui si appronta la legge di bilancio può diventare, dunque, un’occasione per valutare il contesto economico di un comparto fondamentale per il Pil provinciale, quale il turismo, e può rivelarsi uno stimolo per ripensare gli strumenti migliori per poter offrire garanzie alle imprese trentine e, di conseguenza, al mondo del lavoro, in un settore estremamente soggetto ai condizionamenti e capricci del meteo.

 

*

Per le ragioni sopra esposte,

Il Consiglio Provinciale impegna la Giunta Provinciale

1. a valutare la possibilità di incentivare e sostenere strumenti (polizze collettive, fondi mutualistici, assicurazioni convenzionate legate ai dati raccolti da centraline di riferimento) per dare garanzie alle imprese turistiche e dell’indotto;

2. ad individuare soluzioni innovative per permettere alle aziende turistiche di tutelarsi economicamente rispetto ai mancati incassi, alle riduzioni di business dovuti a effetti negativi del maltempo, anche nei confronti dei clienti (danno da vacanza rovinata).

 

*

cons. Gianpiero Passamani

cons. Mario Tonina

cons. Pietro De Godenz