PARTITO DEMOCRATICO DEL TRENTINO – UPT / COMUNICATO CONGIUNTO * SPOSTAMENTO SEDE A22 DA TRENTO A BOLZANO: ” NON COMPRENDIAMO E CENSURIAMO IL COMPORTAMENTO DEL PATT “

Il Partito Democratico del Trentino e l’Unione per il Trentino hanno contribuito e contribuiranno fattivamente sia in sede locale che nazionale per permettere nel più breve tempo possibile di definire l’iter amministrativo al fine di conseguire la nuova concessione autostradale per la gestione del corridoio del Brennero.

Infatti era ministro Delrio che propose al Parlamento l’approvazione del l’art. 13 bis del Decreto fiscale del 2017 (contrari il centro destra ed i 5 stelle), ossia quella norma che permetterà di poter conseguire la nuova concessione nell’ambito di un accordo interistituzionale che contempli l’insieme delle problematiche relative al traforo del Brennero, alla ferrovia del Brennero e alla nuova concessione.

E’ per questi motivi che non ha compreso e censura il comportamento odierno del Patt che senz’ accordo alcuno con l’attuale maggioranza ha votato il mandato al Presidente della Giunta Regionale affinché proceda presso il notaio per la costituzione di una nuova società che potrebbe divenire la in house dei concessionari quale titolare della nuova concessione autostradale.

Infatti nello statuto approvato dalla Giunta Regionale con il relativo mandato al Presidente medesimo di procedere alla costituzione è previsto che la sede legale della Società sia nella città di Bolzano anziché quella di Trento come sempre è stato per la Società A22 Spa.

E’ per questo motivo che gli assessori del Pd e dell’Upt della Giunta di Trento hanno bocciato analoga iniziativa proposta dal Presidente Rossi non solo perché non la condividevano, ma soprattutto perché il vulnus che si sarebbe arrecato non trova alcuna giustificazione né formale né di merito. Non va dimenticato che la Società Autostrada del Brennero Spa è stata costituita nel 1959 presso la sede della Camera di Commercio di Trento per specifica iniziativa della comunità politica trentina.

 

*

Partito Democratico del Trentino

 

Unione per il Trentino