PAOLO GHEZZI (FACEBOOK) * ELEZIONI TRENTINO 2018: ” DEFUGATTIZZIAMOCI, FINCHÉ SIAMO IN TEMPO “

 

Defugattizziamoci, finché siamo in tempo.
Buongiorno da Futura News. 3 ottobre 2018.
C’è il gatto a nove code, una frusta molto dolorosa, in uso presso quei raffinati torturatori che sapevano essere gli antichi romani, e c’è il Fugatti a nove liste, una temibile armata che però già mostra di non essere così compatta come raccontano. Sul Trentino di oggi leggiamo infatti che nella destra trentina, prima ancora di votare, si va già per tribunali. Il leader di una lista che fa parte del Fugatti a nove code ha detto che sente odore di voto di scambio: candidati che promettono di pagare sedi e di distribuire favori a chi li eleggerà, visto che di sicuro che faranno gli assessori nella prossima giunta nazional-leghista che comanderà i trentini. Un altro ex esponente del fronte di destra ha annunciato che porterà il caso in Procura, perché il voto di scambio è un reato. Il solo annusare le stanze del potere, a qualcuno, fa venire l’ubriacatura.
A 18 giorni dal voto del 21 ottobre: buon mercoledì da Futura, lista senza paura.