PANIZZA* RINNOVO A22: SODDISFAZIONE DEL PATT, RIPROVA DELL’IMPORTANZA DELL’ASSE TRENTO-BOLZANO

“Senza l’azione unitaria sarebbe stata sicuramente una legislatura molto più avara dal punto di vista dei risultati. L’impegno per il rinnovo della concessione dell’Autobrennero, approvato oggi in Commissione Bilancio del Senato, è sicuramente uno dei più importanti.”

Così in una nota il Patt, per voce del suo segretario politico e vicepresidente del Gruppo per le Autonomie Franco Panizza.

“In questa legislatura – è convinto il Patt – tutti i Governi hanno tenuto in doverosa considerazione le istanze del nostro territorio. Così è stato anche sulla A22, con il Governo che ha tenuto fede a quanto stabilito dopo l’incontro tra il Presidente del Consiglio Gentiloni e i due presidenti Rossi e Kompatscher, che con grande capacità erano riusciti a convincere il Governo a sostenere politicamente il rinnovo della concessione. Ma importante è stato il ruolo della delegazione parlamentare del centrosinistra autonomista e del nostro gruppo, a cominciare dal Presidente Zeller, ma anche del Presidente della Commissione Bilancio Giorgio Tonini, cui va il nostro ringraziamento.

I 3,5 miliardi di investimenti in programma sull’arteria autostradale costituiscono una preziosa occasione per la crescita del nostro territorio. Il concessionario verserà per i primi 8 anni 70 milioni € al bilancio dello Stato a titolo di compenso per il valore della concessione. Il canone di concessione ammonta a 45 milioni di euro l’anno.

Allo stesso tempo, il tesoretto di 650 milioni che verrà girato, una volta che la concessione sarà operativa, a Rete Ferroviaria italiana attraverso il Ministero dell’Economia, per il finanziamento del tunnel ferroviario del Brennero ci consentirà, parallelamente, di rafforzare il trasporto su ferro, con tutto quello che ne consegue in termini di sicurezza dei trasporti, riduzione dell’inquinamento e sostenibilità ambientale.

Con il rinnovo della concessione – ribadisce ancora il Partito Autonomista – il nostro territorio si garantisce il controllo del principale corridoio autostradale europeo e rinnova la sua funzione strategica di collegamento tra l’Italia e l’Europa Centrale, confermando nel contempo la centralità dell’Euregio per quel che riguarda anche il rapporto tra sviluppo e sostenibilità.

È un risultato strategico, che porterà benefici a tutti e che ci ricorda anche quanto sia stata determinante l’azione politica unitaria e il forte asse tra le due Province Autonome da un lato e la delegazione parlamentare della coalizione dall’altro.

Il risultato ottenuto – conclude il Patt – è una chiara indicazione anche per il futuro, su una strada che dovremo continuare a perseguire con una forte unità d’intenti e di azione per tutelare e valorizzare al meglio le istanze del nostro territorio e sostenere le difficili sfide che l’attendono.”