ORSI E CUCCIOLI IN TRENTINO: DALLAPICCOLA A FUGATTI, IL NUMERO OSCILLA TRA 49 E 66

(Fonte: Ufficio stampa Consiglio provinciale Pat) – L’assessore Dallapiccola ha risposto a un’interrogazione del consigliere Fugatti. Oscilla tra 49 e 66 il numero di orsi in Trentino, cuccioli compresi.

Pochi i danni sulle strade Testi allegati ​​​Il 18 luglio scorso lungo la statale 239 tra Iavrè e Darè un motociclista aveva investito un esemplare di orso femmina e due cuccioli, per fortuna senza gravi conseguenze perché al conducente del mezzo erano state applicate solo alcune medicazioni all’ospedale di Tione.

Il giorno dopo Maurizio Fugatti (Lega Nord Trentino) aveva presentato un’interrogazione per sapere quanti esemplari di orso siano presenti oggi in val Rendena, il numero di plantigradi investiti sulle strade trentine e i danni conseguentemente provocati a persone e mezzi.

Il consigliere citava anche la notizia messa in circolazione, pare, da alcune guardie forestali, secondo le quali in Trentino vi sarebbero più di 130 orsi, ma che il numero non verrebbe dichiarato ufficialmente per non suscitare allarmismo e proteste nella popolazione.

Nella sua risposta, arrivata oggi, all’interrogazione di Fugatti, l’assessore provinciale Michele Dallapiccola, dopo aver precisato che non è e non sarà mai possibile determinare esattamente quanti orsi vivono in una certa valle, ha evidenziato che gli incidenti stradali che hanno coinvolto orsi in provincia di Trento dal 2002 ad oggi sono stati 26.

Dallapiccola precisa che non risulta che nell’impatto siano mai rimaste ferite persone, mentre l’ammontare dei danni ai 14 veicoli che hanno subito questi incidenti ammontano in tutto a circa 22.000 euro.

L’assessore coglie l’occasione per segnalare che ben più numerosi e gravi sono stati gli stessi anni gli investimenti di ungulati selvatici di media e grossa taglia – si contano infatti 8.936 casi – sulle strade del Trentino.

Questi incidenti hanno causato numerosi feriti, alcuni decessi e danni a volte ingenti agli automezzi. Di questo problema, spiega Dallapiccola, la Provincia si sta occupando da tempo.

Quanto alle presunte affermazioni, riportate da media locali, di guardie forestali secondo le quali in Trentino vivrebbero più di 130 orsi, l’assessore invita a considerare “del tutto infondata” la notizia.

Non solo perché non vi è alcuna volontà di non comunicare i dati reali per non creare allarmismo, ma perché in base ai dati del monitoraggio genetico, la consistenza e il trend della popolazione ursina sono conosciuti con un ottimo grado di approssimazione.

E questi dati, prosegue Dallapiccola, rivelano che a partire dal 2013 in poi il numero di orsi si è stabilizzato su poco più di una cinquantina di individui (cuccioli compresi).

Gli ultimi dati disponibili, relativi al 2016, parlano di 28-48 orsi giovani e adulti (cuccioli dell’anno esclusi). Considerando anche i cuccioli dell’anno, la stima è di 49-66 individui.

L’assessore ricorda infine che tre di questi orsi nel 2016 hanno gravitato in parte fuori provincia, e altri 3 hanno gravitato solo fuori del Trentino.​

 

 

 

 

 

 

 

 

Foto: archivio Lav