NURSING UP * ‘AREA CHIRURGICA DEL PRESIDIO DI BORGO VALSUGANA: ” CHIEDIAMO UN INCONTRO URGENTE ALL’ASSESSORE ZENI “

Il sindacato Nursing up nei giorni scorsi ha chiesto un incontro urgente con l’assessore Zeni, per rappresentare le problematiche tutt’ora irrisolte dell’Afo chirurgica del Presidio ospedaliero di Borgo.

La riorganizzazione attuata nel corso dell’anno, con conseguente riduzione del personale, rende difficoltoso garantire adeguati standard assistenziali, con particolare riferimento nel turno notturno e nei week end.

Spesso e soprattutto in questi frangenti, nonostante il personale sia stato ridotto, a volte vengono comunque ricoverati pazienti e/o appoggiati da altri reparti, senza che ci sia una presenza infermieristica commisurata alle reali necessità, di notte e nei week end è infatti presente un solo infermiere.

Incertezza organizzativa e punte di elevato carico di lavoro creano pertanto situazioni di stress lavorativo al personale infermieristico ed oss, che peraltro inizia ad avere una età sempre più elevata, a fronte di carichi di lavoro sempre elevati.

Se l’area chirurgica è un punto nevralgico dell’Ospedale per appoggiare pazienti anche da altri reparti, a questo punto deve essere adeguatamente dotato del personale infermieristico necessario.

Abbiamo ripetutamente posto formalmente la problematica alla direzione dell’ ospedale di Borgo, incontrando i responsabili ed ai referenti aziendali del Servizio ospedaliero provinciale dell’ Apss, chiedendo il potenziamento della turnista con un infermiere aggiuntivo, senza avere alcun tipo di risposta.

I nostri professionisti hanno il diritto di lavorare in sicurezza, così come i cittadini/utenti, sempre più anziani e complessi, hanno diritto avere un’idonea qualità di cura, se non saremo ascoltati proclameremo la mobilitazione del personale assistenziale dell’Area chirurgica dell’Ospedale di Borgo.

 

*

Cesare Hoffer

Coordinatore Nursing up Trento