MOVIMENTO 5 STELLE CAMERA DEI DEPUTATI * LETTERA A BERLUSCONI: “ELEZIONI – MALE INFORMATO, OCCUPATO 95% DEI NOSTRI PARLAMENTARI”

“Gentile dottor Silvio Berlusconi, da settimane ormai le sentiamo ripetere che, gli eletti del Movimento 5 stelle, per l’87 per cento non hanno mai lavorato. E, nonostante le smentite dati alla mano, lei continua a sostenere questa tesi che, dati oggettivi, dimostrano essere infondata.

Nel dubbio che, magari, semplicemente sia stato male informato da qualcuno, le scriviamo questa missiva attraverso la quale lei stesso potrà verificare come si stia facendo latore di informazioni non veritiere”. Con queste parole il Movimento 5 stelle scrive al leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi.

Nella missiva, pubblicata sul Blog delle Stelle, e consegnata a mano a Palazzo Grazioli dal capogruppo alla Camera, Daniele Pesco, i parlamentari fanno un elenco delle professioni svolte prima di entrare in Parlamento.

“Il Movimento 5 Stelle – si legge ancora nel post – conta 123 parlamentari uscenti tra Camera e Senato. Su 123 parlamentari uscenti 80 sono laureati (65%), 41 diplomati (33,4%) e 2 hanno la licenza media (1,6%).

Le professioni svolte dai nostri portavoce sono: impiegati (14), insegnanti (11), studenti universitari (11), ingegneri (10), dipendenti di aziende private (10), liberi professionisti (6), consulenti (5), avvocati (4), piccoli imprenditori (4), medici (3), architetti (2), artigiani (2), ricercatori universitari (2), dipendenti aziende pubbliche (2), soci di piccole imprese (2), praticanti avvocati (2), educatori professionali settore pubblico (1), infermiere (1), fisioterapista (1), funzionario tributario (1), operaio metalmeccanico (1), idraulico (1), biologo (1), casalinga (1), operatrice economica (1), amministratore unico (1), assistente giudiziario di tribunale (1), telecineoperatore (1), addetto alla selezione del personale (1), pedagogista (1), operatore sociale in settore privato (1), perito chimico (1), chimico (1), scrittore (1), commerciante (1), tecnico sala prove ( 1), tecnico laboratorio (1), consulente Informatico (1), settore turismo (1), giornalista pubblicista (1)”.

“I disoccupati di cui lei parla – prosegue la lettera – sono 6 su 123, circa 4,8% degli eletti, compresa una lavoratrice precaria”. “Quindi, parliamo del 4,8%, non dell’87 per cento – concludono – a lei che è abituato a leggere i numeri, non le sfuggirà, certo, la macroscopica differenza che passa fra le due cifre”.