MIRELLA SERAFINI – ‘ con fugatti – unione di centro ‘ * Area ex-Cattoi: ” si progetti Un nuovo Polo Universitario, UN Campus-area di formazione per i giovani che rappresentano il futuro “

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

Un chimera “nel cassetto” di Mirella Serafini – Un nuovo Polo Universitario – un Campus – un area di formazione per i giovani (che rappresentano il futuro).

Area ex-Cattoi, chiarezza e risposte per la città di Riva del Garda che dopo tanti anni di bruttura si merita un ben vedere!

Questi potrebbero essere spunti per eventuali titoli o sottotitoli.

Mi piacerebbe che l’area ex-Cattoi venisse dedicata ad un area di formazione anche a livello universitario proprio per dare una risposta a Riva del Garda e non solo. Questo mio “sogno” potrebbe essere una risposta a Riva del Garda che non si merita una “bruttura” del genere, che rischia di esserlo ancora per decine di anni (se non si sblocca l’intricata “matassa”), il pugno chiuso che usa il ns. Sindaco nei confronti dell’attuale proprietà. Auspico che il Sindaco “sposi” questa mia idea e si sieda finalmente a un tavolo con l’attuale proprietà e trovi un intesa per il bene di tutti, perché la politica serve anche con regole ben definite a trovare la miglior soluzione per la nostra bella città e per i propri cittadini.

Un’offerta di formazione, di riqualificazione da offrire ai più giovani e anche ai meno giovani. Mi riferisco anche a quelle persone che perdono il lavoro e si trovano in un’ età che sei troppo “vecchio” per essere assunto in qualsiasi realtà lavorativa e troppo “giovane” e distante dall’età pensionabile. Faccio riferimento a quella fascia che va dai 50 ai 60 anni. Potrebbe essere anche un occasione di formazione che guardi alle nuove professioni da estender ai nostri giovani, agli Immigrati specialmente ai più giovani di loro, ma anche per i meno giovani. In una città come Riva del Garda che passa dai suoi 17.370 abitanti a quasi il doppio nel periodo estivo abbiamo bisogno di tante persone “preparate e formate” che coprano tutte le necessità che si creano (alberghi, negozi, ristoranti etc.) ma anche di servizi che servono per il decoro della città.

Una sezione staccata dall’Università di Trento, potrebbe riguardare il “ramo turistico” dato che Riva del Garda vive principalmente sul turismo.

Se si prendesse in considerazione questo mio progetto sarebbe veramente una “scelta” epocale ! E pensiamo cosa si potrebbe sviluppare attorno a questa scelta! Riva del Garda è una bellezza unica al mondo, una vera “perla” che con un Polo Universitario ricomincerebbe a vivere. Il mondo appartiene anche e soprattutto ai giovani che rappresentano il futuro – non neghiamo loro questa opportunità!

Perché la nostra Busa ha bisogno di più cultura , perché cultura per me significa fare “ più passi avanti”, significa ricchezza,( in senso interiore)! Ne abbiamo un estremo bisogno!

Io ho lanciato un’idea che abbisogna di certo di approfondimenti da parte di esperti del settore.

Non sono un’ambientalista ma amo l’ambiente, la bellezza della nostra Busa e capisco che va difesa, il valore dell’ambiente va difeso! Non abbiamo più bisogno né di case né di alberghi e né di aprire nuovi negozi, servirebbe solo a far “morire” gli altri, soprattutto quelli del centro storico e di conseguenza il Centro storico!

Anche e soprattutto per questi motivi credo che il progetto “Polo Universitario” sia un’idea da attuare!

 

*

Mirella Serafini, consigliere Comune Riva del Garda (Tn) e candidato consigliere Consiglio provinciale Trento – Elezioni 2018