LIBERI E UGUALI DEL TRENTINO * ELEZIONI: AL GUERRIERO DI BESENELLO CONTRO LA PI.RU.BI., DOMANI VENERDÌ 23 FEBBRAIO

Una scultura lignea alta tre metri, che raffigura un guerriero armato e con un elmo con corno in testa attende chiunque entri a Besenello per ricordare, con il suo sguardo minaccioso, il Nodel territorio al completamento dell’autostrada della Valdastico.

E’ davanti al “Guerriero”, opera dello scultore Florian Grott su iniziativa di tante associazioni locali, che venerdì 23 febbraio alle ore 17.00 i candidati di Liberi e Uguali si soffermeranno incontrando cittadini e giornalisti e per scattare una fotografia, come segno di protesta contro la realizzazione di questo tratto dell’autostrada Pi.Ru.Bi.

I candidati del listino proporzionale alla Camera – il capolista Norbert Lantschner accanto a Luca Modena e Angioletta Maino – e i due candidati del collegio di Rovereto Annalisa Foletti ed Ezio Viglietti, ricorderanno così la Convenzione delle Alpi, trattato internazionale sottoscritto dai Paesi alpini e dall’Unione Europea per lo sviluppo sostenibile e la protezione delle Alpi, che prevede si debbano valutare alternative alla costruzione di nuove strade.

Alternative che già possono essere messe in campo e di cui i candidati parleranno nel successivo incontro sui temi ambientali “Libere e Liberi di scegliere il futuro. #energia #clima #innovazione #lavoro” che si terrà la sera, alle 20.30 a Rovereto, presso la Sala Kennedy dell’Urban Center (Corso Rosmini 58).

Ezio Viglietti, nato a Pescara nel 1948, abitante a Dro (Tn), laureato in Ingegneria Meccanica a Torino. Ha svolto l’attività professionale per circa 40 anni nel settore ferroviario.

Ambientalista e da sempre impegnato per la mobilità sostenibile, la salvaguardia del paesaggio e contro il consumo del suolo. Ha partecipato al gruppo promotore del Ddl di iniziativa popolare sulla mobilità sostenibile in Trentino. Dal 2015 è consigliere della Comunità Alto Garda e Ledro. Impegnato nell’introduzione di strumenti di democrazia deliberativa e diretta nei comuni e nelle comunità.

Norbert Lantschner, nato nel 1956 a a Sarentino (Bz), riconosciuto esperto nel campo delle tematiche ambientali. Per 14 anni (fino al 2006) ha diretto l’ufficio Aria e Rumore della Provincia di Bolzano, occupandosi di problematiche d’inquinamento dell’aria e acustico, e di protezione del clima. Da coordinatore dell’Alleanza per il Clima sviluppa attività mirate alla riduzione delle emissioni di gas serra e matura l’idea di realizzare un progetto per intervenire sui consumi nel settore edile.

Nasce così il progetto CasaClima, di cui Lantschner è ideatore e promotore, che avrà rilevanza nazionale e internazionale. È membro esterno del comitato consultativo scientifico del Master CasaClima presso la Libera Università di Bolzano.

Angioletta Maino, nata ad Arco nel 1950 e qui residente. Ha lavorato nel settore turistico, soprattutto nel settore forestale. Impegnata attivamente per l’agricoltura biodinamica e biologica. Inoltre attiva per anni come volontaria (1980 Irpinia, 1984-88 Nicaragua). Impegnata da sempre nelle lotte a favore delle donne. Ambientalista. Consigliera comunale di Arco tra per due mandati (1991-’95 e 2005-’10). Attualmente consigliera della Comunità Alto Garda e Ledro.

Luca Modena, nato a Rovereto nel 1963 e ivi residente. Diploma di scuola superiore conseguito all’ITIS Buonarroti di Trento. Da settembre 2017 si considera libero professionista.

Felicemente sposato da 30 anni e padre di due figlie che considera molto in gamba. Temi a cui tiene molto e ai quali dedicherà sempre passione e tempo: difesa dell’ambiente e attività di volontariato.