ITALIA IN COMUNE – PASCUCCI * DL DIGNITÀ: ” SPECCHIETTO PER ALLODOLE CHE LASCIA IL SUD IN CRISI “

“I recenti dati pubblicati da Svimez ci dicono che nel sud del nostro Paese si perdono 200mila laureati, con oltre 30 miliardi trasferiti alle regioni del centronord e all’estero. In questo contesto di ormai cronica crisi del Mezzogiorno italiano non bastano certo il Dl Dignità o il reddito di cittadinanza che sono solo specchietti per allodole, figli di una politica populista che utilizza il Sud solo per accaparrarsi consensi”.

Lo afferma in una nota Alessio Pascucci, sindaco di Cerveteri e coordinatore nazionale di Italia in Comune, il partito dei sindaci fondato insieme a Federico Pizzarotti lo scorso 3 dicembre.
“L’Italia per crescere ha bisogno di superare il dualismo nord-sud garantendo opportunità e servizi, ai cittadini del Sud”. Per l’esponente di Italia in Comune una proposta potrebbe essere quella di destinare al Sud il 34% della spesa dello Stato. “Si tratta di una percentuale equivalente al contributo della popolazione del meridione – spiega Pascucci – a fronte del 28% che oggi viene stanziato con un 6% in meno che significa meno scuole, meno ospedali, meno asili, meno strade, meno aeroporti, meno posti di lavoro”.

Da questo punto di vista, osserva Pascucci, “posso dire che a Bitonto, il Sindaco Michele Abbaticchio, tra i fondatori del nostro progetto politico, ha mosso un piccolo passo in tal senso con la realizzazione di un polo di innovazione di eccellenza come il laboratorio FabLab, un Centro Tecnologico per la Fabbricazione Digitale co-gestito da Comune e Politecnico di Bari con il fine, fra gli altri, di trattenere al Sud le nostre menti. La soluzione, insomma, è impegnarsi e ripartire dai territori”.

 

 

 

20180419 ICT STATUTO

 

 

20180419 ITC CARTA VALORI A4